LEGGE 10 dicembre 1981, n. 741

Ulteriori norme per l'accelerazione delle procedure per l'esecuzione di opere pubbliche.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/04/2000)
Testo in vigore dal: 17-12-1981
attiva riferimenti normativi
                              Art. 20.
  Snellimento di procedure di cui alla legge 2 febbraio 1974, n. 64

  Al  fine  di  vigilare  sulle  costruzioni  per  la prevenzione del
rischio  sismico in applicazione delle norme di cui al capo 111 della
legge 2 febbraio 1974, n. 64, le regioni possono definire, con legge,
modalita' di controllo successivo anche con metodi a campione; in tal
caso,  possono  prevedere  che  l'autorizzazione  preventiva  di  cui
all'articolo  18  della  legge  2  febbraio  1974,  n.  64,  non  sia
necessaria  per  l'inizio  dei  lavori.  Per l'osservanza delle norme
sismiche,   resta  ferma  la  responsabilita'  del  progettista,  del
direttore dei lavori, dell'impresa e del collaudatore.
  Le regioni emanano altresi' norme per l'adeguamento degli strumenti
urbanistici generali e particolareggiati vigenti, nonche' sui criteri
per   la   formazione  degli  strumenti  urbanistici  ai  fini  della
prevenzione del rischio sismico.
  Fino all'emanazione delle norme di cui al precedente comma, restano
vigenti  le norme di cui all'articolo 13 della legge 2 febbraio 1974,
n. 64.