LEGGE 3 gennaio 1978, n. 1

Accelerazione delle procedure per la esecuzione di opere pubbliche e di impianti e costruzioni industriali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 02/05/2006)
Testo in vigore dal: 15-1-1978
attiva riferimenti normativi
                               Art. 9.
                   Comitati tecnico-amministrativi

  I    membri    dei   comitati   tecnico-amministrativi   presso   i
provveditorati per le opere pubbliche, indicati ai numeri 6, 10, 11 e
12 del secondo comma nonche' al terzo e quarto comma dell'articolo 16
del  decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1955, n. 1534,
possono essere sostituiti da loro delegati.
  Il  settimo comma dell'articolo 16 del decreto del Presidente della
Repubblica 30 giugno 1955, n. 1534, e' sostituito dal seguente:
  "Le  adunanze  dei comitati sono valide con la presenza di un terzo
dei  membri ed i pareri sono validi quando siano adottati con il voto
favorevole della maggioranza assoluta dei presenti all'adunanza".
  I  comitati  tecnico-amministrativi  presso i provveditorati per le
opere  pubbliche  devono  emettere i pareri prescritti sui progetti e
sui  contratti  per  l'esecuzione  di  opere  dichiarate  urgenti  ed
indifferibili  nel  termine  di  trenta  giorni  da  quello in cui e'
pervenuta  la  richiesta di parere. Qualora il parere sia favorevole,
senza  osservazioni, alle conclusioni della richiesta, il dispositivo
e' comunicato telegraficamente.
  Le  norme di cui ai commi precedenti si applicano anche ai comitati
tecnico-amministrativi del magistrato per il Po e del magistrato alle
acque di Venezia.
  Le  norme  di cui al secondo comma si applicano anche ai comitati e
sottocomitati di cui alla legge 10 febbraio 1962, n. 57.