LEGGE 5 luglio 1975, n. 304

Norme per la utilizzazione delle acque pubbliche ad uso idroelettrico nella regione Valle d'Aosta.

Testo in vigore dal: 7-8-1975
    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.

  Per  l'utilizzazione delle acque pubbliche ad uso idroelettrico nel
territorio  della  regione  Valle  d'Aosta  si  osserva  il  piano di
utilizzazione  redatto  dal  comitato  misto previsto dal terzo comma
dell'articolo  8  della  legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 4,
debitamente aggiornato.
  La  regione  Valle d'Aosta subconcede le acque di cui al precedente
comma  all'Ente  nazionale  per l'energia elettrica e agli altri enti
previsti  dalla  legge 6 dicembre 1962, n. 1643, in conformita' delle
disposizioni  della predetta legge e successive modificazioni e della
legge regionale 8 novembre 1956, n. 4.
  Anche  per  le  grandi  derivazioni  idroelettriche assentite dallo
Stato  prima  del  7  settembre  1945  per  le  quali  e' previsto il
passaggio degli impianti in proprieta' dell'Enel, alla scadenza delle
concessioni, oppure nei casi di decadenza o di rinuncia, ai sensi del
combinato  disposto  del quinto comma dell'articolo 9 del decreto del
Presidente della Repubblica 18 marzo 1965, n. 342, e dell'articolo 25
del  testo  unico  11  dicembre  1933, n. 1775, la regione provvede a
rilasciare  subconcessioni  nel caso in cui l'Enel intenda continuare
lo esercizio delle derivazioni.