LEGGE 3 dicembre 1971, n. 1102

Nuove norme per lo sviluppo della montagna.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/09/2000)
Testo in vigore dal: 7-1-1972
                               Art. 2.
           (Finalita' e mezzi per il loro raggiungimento)

  La presente legge si propone:
    1)  di  concorrere,  nel  quadro  della  programmazione economica
nazionale  e  regionale,  alla eliminazione degli squilibri di natura
sociale  ed  economica  tra le zone montane e il resto del territorio
nazionale,  alla  difesa  del  suolo  e  alla protezione della natura
mediante una serie di interventi intesi a:
      a)  dotare  i  territori  montani,  con  la esecuzione di opere
pubbliche  e  di bonifica montana, delle infrastrutture e dei servizi
civili  idonei  a consentire migliori condizioni di abitabilita' ed a
costituire la base di un adeguato sviluppo economico;
      b) sostenere, attraverso opportuni incentivi, nel quadro di una
nuova  economia  montana integrata, le iniziative di natura economica
idonee  alla  valorizzazione  di  ogni  tipo  di  risorsa  attuale  e
potenziale;
      c)  fornire  alle  popolazioni  residenti  nelle  zone montane,
riconoscendo  alle  stesse  la  funzione  di  servizio che svolgono a
presidio   del  territorio,  gli  strumenti  necessari  ed  idonei  a
compensare le condizioni di disagio derivanti dall'ambiente montano;
      d)  favorire  la  preparazione  culturale e professionale delle
popolazioni montane;
    2)  di realizzare gli interventi suddetti attraverso piani zonali
di  sviluppo  da  redigersi  e  attuarsi dalle Comunita' montane e da
coordinarsi nell'ambito dei piani regionali di sviluppo.