LEGGE 15 settembre 1964, n. 756

Norme in materia di contratti agrari.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/05/1982)
Testo in vigore dal: 23-9-1964
                               Art. 8. 
                             Innovazioni 
 
  Il mezzadro puo' eseguire,  anche  se  il  concedente  si  opponga,
innovazioni   dell'ordinamento    produttivo,    quando    il    capo
dell'Ispettorato provinciale dell'agricoltura abbia riconosciuto  che
le innovazioni proposte sono di sicura utilita' per la  produzione  e
proporzionate all'equilibrio economico dell'azienda ed allo  sviluppo
economico della zona. 
  Al mezzadro che esegue tali innovazioni possono essere  concessi  i
contributi e le altre agevolazioni statali previste  dalle  leggi  in
vigore. 
  Il mezzadro ha diritto ad una indennita' corrispondente alla  spesa
effettivamente sostenuta per eseguire le innovazioni di cui al  primo
comma, detratti  gli  eventuali  contributi  pubblici.  Il  pagamento
dell'indennita' deve essere effettuato entro il  termine  massimo  di
tre anni.