LEGGE 9 giugno 1964, n. 615

Bonifica sanitaria degli allevamenti dalla tubercolosi e dalla brucellosi.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2021)
Testo in vigore dal: 7-5-1976
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.

  In  ogni  provincia  una  commissione  presieduta  dal  veterinario
provinciale   e   composta   dal  capo  dell'ispettorato  provinciale
dell'agricoltura e delle foreste, dal presidente dell'Amministrazione
provinciale  o  da un suo delegato, dagli assessori all'agricoltura e
all'igiene   e   sanita'   dell'Amministrazione  provinciale,  da  un
rappresentante  della  Camera  di commercio, industria, artigianato e
agricoltura  e  da  due  rappresentanti degli allevatori scelti dalle
organizzazioni  piu'  rappresentative  della  provincia, propone, nei
limiti  fissati  dai piani nazionali, i programmi di risanamento e di
profilassi  che  saranno  inviati  al  Ministero  della  sanita'  per
l'approvazione previo parere della commissione di cui all'articolo 2.
  Le  funzioni  di segretario della commissione sono esercitate da un
funzionario  della carriera direttiva amministrativa o dei veterinari
del Ministero della sanita'.
  Per  la  validita'  delle  sedute della commissione e' richiesta la
presenza di almeno la meta' piu' uno dei componenti.
  ((Le   regioni   alle   quali   sono  state  delegate  le  funzioni
amministrative  concernenti  la  bonifica sanitaria degli allevamenti
dalla  tubercolosi  bovina e dalla brucellosi, coordinano i programmi
di  cui  al  primo  comma  elaborando un unico programma regionale da
inviare  al  Ministero della sanita' per l'approvazione previo parere
della  commissione  di  cui  all'articolo  2. Le province autonome di
Trento e Bolzano elaborano i programmi per i rispettivi territori)).