LEGGE 2 giugno 1961, n. 454

Piano quinquennale per lo sviluppo dell'agricoltura.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/09/1993)
Testo in vigore dal: 25-6-1961
                              Art. 31.
             Delega, in materia di Consorzi di bonifica

  Il  Governo  della  Repubblica e delegato ad emanare, entro un anno
dalla  data di entrata in vigore della presente legge, decreti aventi
valore  di  legge  ordinaria  per  integrare  e  modificare  le norme
legislative  vigenti  in  materia di Consorzi di bonifica, in base ai
seguenti principi e criteri:
    a)  semplificare  la  procedura  in  materia  di  bonifica  e  di
trasformazione  fondiaria,  al  fine  di  consentire  la  piu' rapida
attuazione dei programmi di bonifica;
    b)  assistere  e facilitare l'iniziativa privata, con particolare
riguardo  a  quella  contadina,  nella procedura per il conseguimento
delle  provvidenze  statali, nonche' realizzare iniziative necessarie
alla valorizzazione economico-agraria;
    c)  assicurare, con la riforma del sistema elettivo dei Consorzi,
una   piu'   adeguata  rappresentanza  degli  interessi  dei  piccoli
proprietari, singoli o associati;
    d)  determinare  i  poteri  della  pubblica  Amministrazione  nei
confronti   dei   Consorzi   di   bonifica  e  delle  amministrazioni
consortili, al fine di assicurarne il buon funzionamento.
  Le  norme di cui al presente articolo saranno emanate previo parere
di  una  Commissione  parlamentare composta di quindici senatori e di
quindici  deputati,  in  rappresentanza proporzionale dei vari Gruppi
parlamentari, nominati dai Presidenti delle rispettive Camere.