REGIO DECRETO 16 febbraio 1939, n. 450

Risoluzione della concessione del tronco tramviario Opicina-Stazione omonima delle ferrovie dello Stato. (039U0450)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 31/03/1939 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 31-3-1939
al: 15-12-2010
aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
            PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Vista la notificazione 28 ottobre 1901, n. 183, del Ministero delle
ferrovie  del  cessato   Impero   austro-ungarico,   pubblicata   nel
Bollettino delle leggi dell'Impero del 14 novembre 1901, n.  81,  con
la quale venne accordata alla ditta dott. Gustavo  Adolfo  Krauseneck
ed altri, di Trieste la concessione per anni 60 della  costruzione  e
dell'esercizio  della  piccola  ferrovia  a  scartamento  ridotto   e
trazione elettrica da Trieste a Opicina; 
 
  Ritenuto che alla ditta concessionaria subentro' successivamente la
Societa' anonima per le piccole ferrovie di Trieste; 
 
  Vista la notificazione 8  dicembre  1905,  n.  188,  del  Ministero
austro-ungarico delle ferrovie, pubblicata nel Bollettino delle leggi
del cessato Impero del 16 dicembre 1905,  n.  76,  con  la  quale  fu
accordata all'anzidetta  Societa'  piccole  ferrovie  di  Trieste  la
concessione della costruzione  e  dell'esercizio  della  ferrovia  da
Opicina   alla   stazione   omonima   della   ferrovia    di    Stato
Gorizia-Trieste, in prolungamento della Trieste-Opicina, e fino  alla
scadenza di quest'ultima linea; 
 
  Vista la legge  26  settembre  1920,  n.  1322,  con  la  quale  fu
approvato il trattato di pace di San Germano del 10 settembre 1919; 
 
  Ritenuto che a seguito  dell'annessione  all'Italia  dei  territori
contemplati     nel     trattato     anzidetto     l'intera     linea
Trieste-Opicina-Stazione  ferrovie  Stato  veniva   esercitata   come
tramvia estraurbana; 
 
  Vista la domanda del giugno 1938 con la quale la  Societa'  anonima
piccole ferrovie di Trieste, nel far presente che  in  questi  ultimi
tempi il traffico sul tronco di prolungamento  Opicina-Stazione  F.S.
e' divenuto quasi nullo, ha chiesto la risoluzione della  concessione
relativa; 
 
  Visto l'art. 3  del  Nostro  decreto  14  ottobre  1932,  n.  1496,
convertito nella legge 8 maggio 1933, n. 624; 
 
  Udito il parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici  e  del
Consiglio di Stato; 
 
  Sulla proposta del Nostro  Ministro  Segretario  di  Stato  per  le
comunicazioni; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  E' risoluta la concessione del tronco  tramviario  Opicina-Stazione
omonima delle ferrovie dello Stato, accordata alla  Societa'  anonima
piccole ferrovie di Trieste con notificazione  8  dicembre  1905,  n.
188, del Ministero delle ferrovie del cessato Impero austro-ungarico,
in prolungamento della linea Trieste-Opicina. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 16 febbraio 1939-XVII 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
                                                                Benni 
 
  Visto, il Guardasigilli: Solmi. 
 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 14 marzo 1939-XVII 
 
  Atti del Governo, registro 407, foglio 36. - Mancini