DECRETO LEGISLATIVO 9 giugno 2020, n. 47

Attuazione della direttiva (UE) 2018/410 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 marzo 2018, che modifica la direttiva 2003/87/CE per sostenere una riduzione delle emissioni piu' efficace sotto il profilo dei costi e promuovere investimenti a favore di basse emissioni di carbonio, nonche' adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2017/2392 relativo alle attivita' di trasporto aereo e alla decisione (UE) 2015/1814 del Parlamento europeo e del Consiglio del 6 ottobre 2015 relativa all'istituzione e al funzionamento di una riserva stabilizzatrice del mercato. (20G00065)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 25/06/2020
  • Allegati
Testo in vigore dal: 25-6-2020
attiva riferimenti normativi
 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; 
  Vista la legge 4 ottobre 2019, n. 117, recante  delega  al  Governo
per il recepimento delle direttive europee e  l'attuazione  di  altri
atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea  2018  e,  in
particolare, l'articolo 13; 
  Viste la  legge  15  gennaio  1994,  n.  65,  recante  ratifica  ed
esecuzione  della  convenzione  quadro  delle   Nazioni   Unite   sui
cambiamenti climatici, con allegati, fatta a New  York  il  9  maggio
1992 e la legge 1° giugno 2002, n. 120 recante ratifica ed esecuzione
del Protocollo di Kyoto alla Convenzione quadro delle  Nazioni  Unite
sui cambiamenti climatici, fatto a Kyoto l'11 dicembre 1997; 
  Vista  la  direttiva  2003/87/CE  del  Parlamento  europeo  e   del
Consiglio, del 13 ottobre 2003, che  istituisce  un  sistema  per  lo
scambio di  quote  di  emissioni  dei  gas  ad  effetto  serra  nella
Comunita' e che modifica la direttiva 96/61/CE del Consiglio; 
  Viste  la  direttiva  2004/101/CE  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio, del 27 ottobre  2004,  recante  modifica  della  direttiva
2003/87/CE che istituisce un sistema  per  lo  scambio  di  quote  di
emissioni dei gas  a  effetto  serra  nella  Comunita',  riguardo  ai
meccanismi di progetto  del  Protocollo  di  Kyoto,  e  la  direttiva
2008/101/CE del Parlamento europeo e del Consiglio  del  19  novembre
2008 che modifica la direttiva 2003/87/CE al  fine  di  includere  le
attivita' di trasporto aereo nel sistema comunitario di scambio delle
quote di emissioni dei gas a effetto serra; 
  Vista  la  decisione  2004/280/CE  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio, dell'11 febbraio  2004,  relativa  ad  un  meccanismo  per
monitorare le emissioni di gas a effetto serra nella Comunita' e  per
attuare il protocollo di Kyoto; 
  Vista  la  direttiva  2009/29/CE  del  Parlamento  europeo  e   del
Consiglio, del 23 aprile 2009, che modifica la direttiva  2003/87/CE,
al fine di perfezionare ed estendere il sistema  comunitario  per  lo
scambio di quote di emissione di gas a effetto serra e il regolamento
(CE) n. 219/2009 del Parlamento  europeo  e  del  Consiglio,  dell'11
marzo 2009, che  adegua  alla  decisione  1999/468/CE  del  Consiglio
determinati atti soggetti alla procedura di cui all'articolo 251  del
trattato, per quanto riguarda la procedura  di  regolamentazione  con
controllo  -  Adeguamento  alla  procedura  di  regolamentazione  con
controllo  -  parte  seconda,  in  particolare   il   paragrafo   3.6
dell'Allegato I; 
  Vista  la  decisione  406/2009/CE  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio, del 23 aprile 2009, concernente  gli  sforzi  degli  Stati
membri per ridurre le emissioni dei gas ad effetto serra al  fine  di
adempiere agli impegni della Comunita' in materia di riduzione  delle
missioni di gas a effetto serra entro il 2020; 
  Visti il regolamento (CE) n.  748/2009  della  Commissione,  del  5
agosto 2009, relativo all'elenco  degli  operatori  aerei  che  hanno
svolto  una  delle  attivita'  di  trasporto   aereo   che   figurano
nell'allegato I della direttiva  2003/87/CE  al  1°  gennaio  2006  o
successivamente a  tale  data,  che  specifica  lo  Stato  membro  di
riferimento di ciascun operatore  aereo  e  il  regolamento  (CE)  n.
394/2011, del 20 aprile 2011, recante modifica del  regolamento  (CE)
n. 748/2009 relativo  all'elenco  degli  operatori  aerei  che  hanno
svolto  una  delle  attivita'  di  trasporto   aereo   che   figurano
nell'allegato I della direttiva  2003/87/CE  al  1°  gennaio  2006  o
successivamente a  tale  data,  che  specifica  lo  Stato  membro  di
riferimento di ciascun operatore aereo, con  particolare  riferimento
agli operatori  aerei  amministrati  dall'Italia,  anche  per  quanto
riguarda  l'estensione  del  sistema  per  lo  scambio  di  quote  di
emissioni dell'Unione agli Stati membri del SEE e dell'EFTA; 
  Visto il regolamento (UE) 389/2013 della Commissione, del 2  maggio
2013, che  istituisce  un  registro  dell'Unione  conformemente  alla
direttiva 2003/87/CE del Parlamento europeo  e  del  Consiglio,  alle
decisioni n. 280/2004/CE e n. 406/2009/CE del  Parlamento  europeo  e
del Consiglio e che abroga  i  regolamenti  (UE)  n.  920/2010  e  n.
1193/2011 della Commissione; 
  Vista la decisione (UE) 2015/1814  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio  del  6  ottobre  2015  relativa   all'istituzione   e   al
funzionamento di una riserva stabilizzatrice del mercato nel  sistema
dell'Unione per lo scambio di quote di emissione dei  gas  a  effetto
serra recante modifica della direttiva 3003/87/CE; 
  Visto l'Accordo di Parigi collegato alla Convenzione  quadro  delle
Nazioni Unite sui cambiamenti climatici,  adottato  a  Parigi  il  12
dicembre 2015, ratificato e reso esecutivo ai  sensi  della  legge  4
novembre 2016, n. 204; 
  Visto il regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e  del
Consiglio del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle  persone
fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonche'  alla
libera circolazione di tali dati e che abroga la  direttiva  95/46/CE
(regolamento generale sulla protezione dei dati); 
  Visto il  regolamento  (UE)  2017/1902  della  Commissione  del  18
ottobre  2017  che  modifica  il  regolamento  (UE)  1031/2010  della
Commissione al fine di allineare la messa all'asta di  quote  con  la
decisione (UE) 2015/1814 del Parlamento europeo e del Consiglio e  al
fine di registrare una piattaforma d'asta designata dal Regno Unito; 
  Visto il regolamento (UE) 2017/2392 del Parlamento  europeo  e  del
Consiglio del 13  dicembre  2017  recante  modifica  della  direttiva
2003/87/CE al fine di mantenere gli  attuali  limiti  dell'ambito  di
applicazione  relativo  alle  attivita'  di  trasporto  aereo  e   di
introdurre alcune disposizioni in vista dell'attuazione di una misura
mondiale basata sul mercato, a decorrere dal 2021; 
  Vista la direttiva (UE)  2018/410  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio del 14 marzo 2018 che modifica la direttiva 2003/87/CE  per
sostenere una  riduzione  delle  emissioni  piu'  efficace  sotto  il
profilo dei  costi  e  promuovere  investimenti  a  favore  di  basse
emissioni di carbonio e la decisione (UE) 2015/1814; 
  Visto il regolamento di esecuzione (UE) 2018/2066 della Commissione
del 19 dicembre 2018 concernente il monitoraggio e  la  comunicazione
delle emissioni di gas a  effetto  serra  ai  sensi  della  direttiva
2003/87/CE del Parlamento europeo e del Consiglio,  che  modifica  il
regolamento (UE) 601/2012 della Commissione; 
  Visto il regolamento di esecuzione (UE) 2018/2067 della Commissione
del  19  dicembre  2018  concernente   la   verifica   dei   dati   e
l'accreditamento dei verificatori a norma della direttiva  2003/87/CE
del Parlamento europeo e del Consiglio; 
  Visto il regolamento delegato (UE) 2019/7 della Commissione del  30
ottobre 2018 che modifica il regolamento (UE)  1031/2010  per  quanto
riguarda la messa all'asta di 50 milioni di quote non assegnate della
riserva  stabilizzatrice  del  mercato  a  favore   del   fondo   per
l'innovazione,  e  al  fine  di  registrare  una  piattaforma  d'asta
designata dalla Germania; 
  Visto il regolamento delegato (UE) 311/2019 della  Commissione  del
19 dicembre 2018  che  stabilisce  norme  transitorie  per  l'insieme
dell'Unione  ai   fini   dell'armonizzazione   delle   procedure   di
assegnazione gratuita delle quote di emissioni ai sensi dell'articolo
10-bis della  direttiva  2003/87/CE  del  Parlamento  europeo  e  del
Consiglio; 
  Vista la decisione delegata (UE) 2019/708 della Commissione del  15
febbraio 2019 che integra  la  direttiva  2003/87/CE  del  Parlamento
europeo e del Consiglio per quanto  concerne  la  determinazione  dei
settori e sottosettori  considerati  a  rischio  di  rilocalizzazione
delle emissioni di CO2 per il periodo dal 2021 al 2030; 
  Visto il regolamento delegato (UE) 2019/856 della  Commissione  del
26 febbraio 2019 che integra la direttiva 2003/87/CE del Parlamento e
del Consiglio per quanto riguarda  il  funzionamento  del  fondo  per
l'innovazione; 
  Visto il regolamento delegato (UE) 2019/1122 della Commissione  del
12 marzo 2019 che integra  la  direttiva  2003/87/CE  del  Parlamento
europeo e del Consiglio per  quanto  riguarda  il  funzionamento  del
registro dell'Unione; 
  Visto il regolamento delegato (UE) 2019/1603 della Commissione, del
18 luglio 2019, che integra la direttiva  2003/87/CE  del  Parlamento
europeo e del  Consiglio  per  quanto  riguarda  le  misure  adottate
dall'Organizzazione per  l'aviazione  civile  internazionale  per  il
monitoraggio, la comunicazione e  la  verifica  delle  emissioni  del
trasporto aereo, ai  fini  dell'attuazione  di  una  misura  mondiale
basata sul mercato; 
  Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152,  recante  norme
in materia ambientale; 
  Visto il  decreto  legislativo  4  aprile  2006,  n.  216,  recante
attuazione delle direttive 2003/7/CE  e  2004/101/CE  in  materia  di
scambio di quote di emissione dei gas effetto serra  nella  Comunita'
con riferimento ai meccanismi del progetto del protocollo di Kyoto; 
  Visto il decreto legislativo 7 marzo 2008, n. 51, recante modifiche
ed integrazioni al decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 216, recante
attuazione delle direttive 2003/87/CE e  2004/101/CE  in  materia  di
scambio  di  quote  di  emissione  dei  gas  a  effetto  serra  nella
Comunita', con riferimento ai meccanismi di progetto  del  protocollo
di Kyoto; 
  Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 22  dicembre
2009  recante  prescrizioni   relative   all'organizzazione   ed   al
funzionamento dell'unico organismo nazionale italiano  autorizzato  a
svolgere attivita' di accreditamento in  conformita'  al  regolamento
(CE) n. 765/2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.  19  del  25
gennaio 2010; 
  Visto il decreto legislativo 30  dicembre  2010,  n.  257,  recante
attuazione della direttiva  2008/101/CE  che  modifica  la  direttiva
2003/87/CE al fine di includere le attivita' di trasporto  aereo  nel
sistema comunitario di scambio delle quote di  emissioni  dei  gas  a
effetto serra; 
  Visto il decreto legislativo 14 settembre  2011,  n.  162,  recante
attuazione  della  direttiva  2009/31/CE  in  materia  di  stoccaggio
geologico del biossido di carbonio, nonche' modifica delle  direttive
85/337/CEE,  2000/60/CE,   2001/80/CE,   2004/35/CE,   2006/12/CE   e
2008/1/CE e del regolamento (CE) 1013/2006; 
  Visto  il  decreto  legislativo  13  marzo  2013,  n.  30,  recante
attuazione della  direttiva  2009/29/CE  che  modifica  la  direttiva
2003/87/CE  al  fine  di  perfezionare  ed   estendere   il   sistema
comunitario per lo scambio di emissione di gas effetto serra; 
  Visto  l'articolo  1  della  legge  24  aprile  2020,  n.  27,   di
conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge  17  marzo
2020, n. 18, e in particolare il comma 3,  il  quale  dispone  che  i
termini per l'adozione di decreti legislativi con scadenza tra il  10
febbraio 2020 e il 31 agosto 2020, che non siano scaduti alla data di
entrata in vigore della legge, sono prorogati di tre mesi, decorrenti
dalla data di scadenza di ciascuno di essi; 
  Vista la preliminare  deliberazione  del  Consiglio  dei  ministri,
adottata nella riunione del 29 gennaio 2020; 
  Acquisito il parere dalla Conferenza permanente per i rapporti  tra
lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano; 
  Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni  della  Camera  dei
deputati e del Senato della Repubblica; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri,  adottata  nella
riunione del 28 maggio 2020; 
  Sulla proposta del Ministro per gli affari europei e  del  Ministro
dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare,  di  concerto
con  i  Ministri   degli   affari   esteri   e   della   cooperazione
internazionale, della giustizia, dell'economia e delle finanze, dello
sviluppo economico, delle infrastrutture e dei trasporti  e  per  gli
affari regionali e le autonomie; 
 
                              E m a n a 
 
                  il seguente decreto legislativo: 
 
                               Art. 1 
 
                         Oggetto e finalita' 
 
  1.  Il  presente  decreto  legislativo  reca  le  disposizioni  per
l'attuazione della direttiva 2003/87/CE del Parlamento europeo e  del
Consiglio, del 13 ottobre 2003, come modificata dalla direttiva  (UE)
2018/410 del Parlamento europeo e del Consiglio del  14  marzo  2018,
dal regolamento (UE) 2017/2392 del Parlamento europeo e del Consiglio
del 13 dicembre 2017 e dalla decisione (UE) 2015/1814 del  Parlamento
europeo e del Consiglio del 6 ottobre 2015. 
          Avvertenza: 
 
              Il presente  decreto  legislativo  e'  pubblicato,  per
          motivi di massima urgenza, senza note, ai  sensi  dell'art.
          8, comma 3, del regolamento di esecuzione del  testo  unico
          delle disposizioni sulla promulgazione delle  leggi,  sulla
          emanazione dei decreti del Presidente  della  Repubblica  e
          sulle pubblicazioni ufficiali  della  Repubblica  italiana,
          approvato con decreto del Presidente  della  Repubblica  14
          marzo 1986, n. 217. 
              Nella Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 157  del
          23 giugno 2020,  si  procedera'  alla  ripubblicazione  del
          testo del  presente  decreto  legislativo  corredato  delle
          relative note, ai sensi dell'art. 10, comma 3,  del  D.P.R.
          28 dicembre 1985, n. 1092.