DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2011, n. 159

Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche' nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136. (11G0201)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 13/10/2011.
Le disposizioni del libro II, capi I, II, III e IV entrano in vigore secondo quanto disposto dall'art. 119.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2021)
Testo in vigore dal: 4-12-2018
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 35-bis 
 
 
(Responsabilita'  nella   gestione   e   controlli   della   pubblica
                          amministrazione). 
 
  1. Fatti salvi i casi  di  dolo  o  colpa  grave,  sono  esenti  da
responsabilita' civile l'amministratore  giudiziario,  il  coadiutore
nominato ai sensi  dell'articolo  35,  comma  4,  e  l'amministratore
nominato ai sensi dell'articolo 41, comma 6, per gli atti di gestione
compiuti nel periodo di efficacia del provvedimento di sequestro. 
  2. Dalla data del sequestro e sino all'approvazione  del  programma
di cui all'articolo 41, comma  1,  lettera  c),  gli  accertamenti  a
qualsiasi titolo disposti sull'azienda  sequestrata  dalle  pubbliche
amministrazioni  di  cui  all'articolo  1,  comma  2,   del   decreto
legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive  modificazioni,  sono
notificati all'amministratore giudiziario. Per un periodo di sei mesi
dalla notificazione dell'accertamento e' sospesa l'irrogazione  delle
sanzioni ed entro  lo  stesso  termine  l'amministratore  giudiziario
procede alla sanatoria delle  violazioni  eventualmente  riscontrate,
presentando   apposita   istanza   alla   pubblica    amministrazione
interessata, sentito il giudice delegato. Per la durata indicata  nel
periodo  precedente  rimangono  sospesi   i   relativi   termini   di
prescrizione. 
  ((3.  Al  fine  di  consentire   la   prosecuzione   dell'attivita'
dell'impresa  sequestrata  o  confiscata,  dalla   data   di   nomina
dell'amministratore giudiziario e fino all'eventuale provvedimento di
dissequestro dell'azienda o di revoca della confisca della stessa,  o
fino alla  data  di  destinazione  dell'azienda,  disposta  ai  sensi
dell'articolo  48,  sono  sospesi   gli   effetti   della   pregressa
documentazione antimafia interdittiva, nonche' le procedure  pendenti
preordinate al conseguimento dei medesimi effetti)).