DECRETO LEGISLATIVO 23 giugno 2011, n. 118

Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42. (11G0160)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/08/2011 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/08/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 12-9-2014
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 7 
 
 
       Modalita' di codificazione delle transazioni elementari 
 
  1. Al fine di garantire  l'omogeneita'  dei  bilanci  pubblici,  le
amministrazioni  di   cui   all'articolo   2((...))   codificano   le
transazioni elementari uniformandosi alle istruzioni  degli  appositi
glossari. E' vietato: 
    a) l'adozione del criterio della prevalenza ((, salvi i  casi  in
cui e' espressamente previsto)); 
    b)  l'imputazione  provvisoria  di  operazioni  alle  partite  di
giro/servizi per conto terzi; 
    c)  assumere  impegni  sui  fondi  di  riserva((e   sugli   altri
accantonamenti stanziati in bilancio.)). 
  ((1-bis.  I   residui   provenienti   dagli   esercizi   precedenti
all'entrata in vigore  del  presente  decreto,  che  non  sono  stati
oggetto del riaccertamento di cui all'art. 3, comma 7, non imputabili
ad una sola tipologia di entrata, o ad un solo  programma  di  spesa,
possono essere codificati adottando il criterio della prevalenza.))