DECRETO LEGISLATIVO 26 novembre 2010, n. 216

Disposizioni in materia di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard di Comuni, Citta' metropolitane e Province. (10G0240)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/12/2010 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/09/2020)
Testo in vigore dal: 8-12-2012
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3 
 
 
    Funzioni fondamentali e classificazione delle relative spese 
 
  1. Ai fini del presente decreto,  fino  alla  data  di  entrata  in
vigore  della  legge  statale  di   individuazione   delle   funzioni
fondamentali di Comuni, Citta' metropolitane e Province, le  funzioni
fondamentali ed i relativi servizi presi  in  considerazione  in  via
provvisoria, ai sensi dell'articolo 21 della 5 maggio  2009,  n.  42,
sono: 
    a) per i Comuni: 
      1) le funzioni generali di amministrazione, di  gestione  e  di
controllo, nella misura complessiva del 70 per cento delle spese come
certificate dall'ultimo conto del bilancio disponibile alla  data  di
entrata in vigore della legge 5 maggio 2009, n. 42; 
      2) le funzioni di polizia locale; 
      3) le funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi  i  servizi
per gli asili nido e quelli di  assistenza  scolastica  e  refezione,
nonche' l'edilizia scolastica; 
      4) le funzioni nel campo della viabilita' e dei trasporti; 
      5)  le  funzioni  riguardanti  la  gestione  del  territorio  e
dell'ambiente,  fatta  eccezione  per   il   servizio   di   edilizia
residenziale pubblica e locale e piani di  edilizia  nonche'  per  il
servizio idrico integrato; 
      6) le funzioni del settore sociale; 
    b) per le Province: 
      1) le funzioni generali di amministrazione, di  gestione  e  di
controllo, nella misura complessiva del 70 per cento delle spese come
certificate dall'ultimo conto del bilancio disponibile alla  data  di
entrata in vigore della legge 5 maggio 2009, n. 42; 
      2) le funzioni di istruzione pubblica, ivi compresa  l'edilizia
scolastica; 
      3) le funzioni nel campo dei trasporti; 
      4) le funzioni riguardanti la gestione del territorio; 
      5) le funzioni nel campo della tutela ambientale; 
      6) le funzioni nel campo dello sviluppo economico  relative  ai
servizi del mercato del lavoro. 
  ((1-bis. In ogni caso, ai fini della determinazione dei  fabbisogni
standard di cui al presente decreto, le modifiche  nell'elenco  delle
funzioni fondamentali sono prese in  considerazione  dal  primo  anno
successivo all'adeguamento dei certificati di conto  consuntivo  alle
suddette  nuove  elencazioni,  tenuto   conto   anche   degli   esiti
dell'armonizzazione degli  schemi  di  bilancio  di  cui  al  decreto
legislativo 23 giugno 2011, n. 118)).