DECRETO LEGISLATIVO 28 gennaio 2008, n. 25

Attuazione della direttiva 2005/85/CE recante norme minime per le procedure applicate negli Stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato.

note: Entrata in vigore del decreto: 2-3-2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/01/2022)
Testo in vigore dal: 19-4-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 35 
                            Impugnazione 
 
  1.  Avverso  la  decisione  della  Commissione  territoriale  e  la
decisione della Commissione nazionale sulla revoca o sulla cessazione
dello status di rifugiato o di persona cui e' accordata la protezione
sussidiaria e'  ammesso  ricorso  dinanzi  all'autorita'  giudiziaria
ordinaria. Il ricorso e' ammesso anche nel caso in cui  l'interessato
abbia richiesto il riconoscimento dello status  di  rifugiato  e  sia
stato ammesso esclusivamente alla protezione sussidiaria. (3) 
  2.  Le  controversie  di  cui  al   comma   1   sono   disciplinate
((dall'articolo 35-bis)). (3) ((8)) 
  2-bis. I provvedimenti comunicati alla Commissione nazionale ovvero
alle Commissioni territoriali ai sensi ((dell'articolo 35-bis,  commi
4 e 13)), sono tempestivamente trasmessi dalle  medesime  Commissioni
territoriali o nazionali al  questore  del  luogo  di  domicilio  del
ricorrente,  risultante  agli  atti  della   Commissione,   per   gli
adempimenti conseguenti. ((8)) 
  3. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  4. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  5. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  6. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  7. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  8. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  9. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  10. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  11. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  12. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  13. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
  14. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 1 SETTEMBRE 2011, N. 150. (3) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (3) 
  Il D.Lgs. 1 settembre 2011, n. 150  ha  disposto  (con  l'art.  36,
comma  1)  che  "Le  norme  del  presente  decreto  si  applicano  ai
procedimenti instaurati  successivamente  alla  data  di  entrata  in
vigore dello stesso." 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 36, comma 2) che "Le norme abrogate
o modificate dal  presente  decreto  continuano  ad  applicarsi  alle
controversie pendenti alla data di entrata in vigore dello stesso." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (8) 
  Il D.L. 17 febbraio 2017, n. 13, convertito con modificazioni dalla
L. 13 aprile 2017, n. 46, ha disposto (con l'art. 21, comma 1) che le
presenti  modifiche  si  applicano  alle  cause  e  ai   procedimenti
giudiziari sorti dopo il centottantesimo giorno dalla data di entrata
in vigore del suindicato D.L. Alle cause e ai procedimenti giudiziari
introdotti anteriormente alla scadenza del termine di cui al  periodo
precedente si continuano ad applicare le disposizioni  vigenti  prima
dell'entrata in vigore del medesimo D.L.