DECRETO LEGISLATIVO 15 maggio 2003, n. 125

Norme di attuazione dello statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia recanti modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 25 novembre 1975, n. 902, in materia di funzioni di controllo della sezione regionale della Corte dei conti.

Testo in vigore dal: 19-6-2003
                               Art. 7.
  1.  L'articolo  37  del  decreto del Presidente della Repubblica 25
novembre 1975, n. 902, e' sostituito dal seguente:
  «Art.  37.  -  1.  Presso  la  sezione e' istituito un servizio con
compiti di collaborazione, revisione ed istruttori, anche nel settore
delle  analisi  tecnico-economiche,  esecutivi  e  di  segreteria. Il
servizio  e'  posto  alle  dipendenze funzionali del presidente della
sezione  e dei magistrati in relazione agli affari a ciascuno di essi
assegnati.
  2.  Le  norme  contenute  nel  presente  titolo  sono improntate al
criterio  del  rinvio  dinamico  alle  eventuali future modificazioni
apportate  da  leggi e regolamenti riguardanti l'organizzazione della
Corte dei conti.
  3.  In  relazione  a  quanto  previsto dall'articolo 32, la regione
concorre  anche  all'organizzazione  dell'attivita'  di supporto alla
sezione.  A  tale  fine  l'Amministrazione regionale, d'intesa con la
sezione  stessa, individua e mette a disposizione risorse umane, beni
immobili e mobili.
  4.  La  sezione adotta un proprio regolamento interno al fine della
migliore    organizzazione    delle   risorse   umane   e   materiali
disponibili.».
  2.  Fino  alle  nomine di cui all'articolo 32, comma 3, del decreto
del  Presidente  della  Repubblica  25 novembre  1975,  n.  902, come
modificato  dal  presente  decreto,  la  sezione  e'  integrata da un
corrispondente  numero  di  magistrati  incaricati  dal  Consiglio di
presidenza della Corte dei conti.
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
    Dato a Roma, addi' 15 maggio 2003
                               CIAMPI
                              Berlusconi,  Presidente  del  Consiglio
                              dei Ministri
                              La  Loggia,  Ministro  per  gli  affari
                              regionali
                              Tremonti,   Ministro   dell'economia  e
                              delle finanze
Visto, il Guardasigilli: Castelli