DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2001, n. 151

Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternita' e della paternita', a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53.

note: Entrata in vigore del decreto: 27-4-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/05/2022)
Testo in vigore dal: 14-9-2016
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 21. 
                           Documentazione 
    (legge 30 dicembre 1971, n. 1204, articoli 4, comma 5, e 28) 
 
  1. Prima dell'inizio del  periodo  di  divieto  di  lavoro  di  cui
all'articolo 16, lettera a),  le  lavoratrici  devono  consegnare  al
datore  di  lavoro  e  all'istituto  erogatore   dell'indennita'   di
maternita' il certificato  medico  indicante  la  data  presunta  del
parto.  La  data  indicata  nel  certificato  fa  stato,   nonostante
qualsiasi errore di previsione. 
  1-bis. ((Il)) certificato medico di gravidanza  indicante  la  data
presunta del parto deve essere inviato all'Istituto  nazionale  della
previdenza  sociale  (INPS)   esclusivamente   per   via   telematica
direttamente dal medico del Servizio sanitario nazionale o  con  esso
convenzionato, ((secondo le modalita' e utilizzando  i  servizi  resi
disponibili dall'INPS)). 
  2. La lavoratrice e' tenuta a presentare, entro trenta  giorni,  il
certificato  di  nascita  del   figlio,   ovvero   la   dichiarazione
sostitutiva, ai sensi dell'articolo 46  del  decreto  del  Presidente
della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
  2-bis. La trasmissione all'INPS del  certificato  di  parto  o  del
certificato di interruzione  di  gravidanza  deve  essere  effettuata
esclusivamente  per  via  telematica   dalla   competente   struttura
sanitaria pubblica o privata convenzionata con il Servizio  sanitario
nazionale, ((secondo  le  modalita'  e  utilizzando  i  servizi  resi
disponibili dall'INPS)). 
  2-ter. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 26 AGOSTO 2016, N. 179)). 
  2-quater. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 26 AGOSTO 2016, N. 179)). 
 
                                                               ((38)) 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (38) 
  Il D.Lgs. 26 agosto 2016, n. 179 ha disposto (con l'art. 61,  comma
9) che "Nei sessanta giorni successivi alla data di entrata in vigore
del presente decreto, rimane in vigore l'obbligo per  la  lavoratrice
di consegnare all'INPS il certificato medico di gravidanza  indicante
la data presunta del  parto,  nonche'  la  dichiarazione  sostitutiva
attestante la data del parto, ai sensi dell'articolo 21  del  decreto
legislativo n. 151 del 2001".