DECRETO LEGISLATIVO 30 luglio 1999, n. 300

Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 14/09/1999 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 11/11/2022)
Testo in vigore dal: 12-11-2022
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 50 
                          (Aree funzionali) 
 
  1. Il Ministero, in particolare, svolge le  funzioni  di  spettanza
statale  nelle  seguenti  aree  funzionali:  organizzazione  generale
dell'istruzione scolastica, ordinamenti e programmi scolastici, stato
giuridico del personale,  inclusa  la  definizione  dei  percorsi  di
abilitazione e specializzazione del personale docente e dei  relativi
titoli di accesso, sentito  il  Ministero  dell'universita'  e  della
ricerca; definizione dei criteri e dei parametri per l'organizzazione
della rete scolastica;  definizione  degli  obiettivi  formativi  nei
diversi gradi e tipologie di istruzione; definizione degli  indirizzi
per l'organizzazione dei servizi del sistema educativo di  istruzione
e di formazione nel  territorio  al  fine  di  garantire  livelli  di
prestazioni uniformi su tutto il territorio  nazionale;  ((promozione
del merito e valutazione dell'efficienza nell'erogazione dei  servizi
medesimi  nel  territorio  nazionale));  definizione  dei  criteri  e
parametri  per  l'attuazione  di  politiche  sociali  nella   scuola;
definizione di interventi a  sostegno  delle  aree  depresse  per  il
riequilibrio territoriale della qualita' del servizio  scolastico  ed
educativo;  attivita'  connesse  alla  sicurezza   nelle   scuole   e
all'edilizia scolastica, in raccordo con le competenze delle  regioni
e  degli  enti  locali;  formazione  dei  dirigenti  scolastici,  del
personale docente, educativo e del personale amministrativo,  tecnico
e ausiliario della scuola; assetto complessivo  e  indirizzi  per  la
valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione, nonche'
del sistema di istruzione tecnica superiore;  congiuntamente  con  il
Ministero dell'universita' e della ricerca, funzioni di  indirizzo  e
vigilanza dell'Istituto nazionale  per  la  valutazione  del  sistema
educativo di istruzione e di  formazione  (INVALSI)  e  dell'Istituto
nazionale  di  documentazione,  innovazione   e   ricerca   educativa
(INDIRE), individuabile, senza nuovi o maggiori oneri per la  finanza
pubblica, anche come Agenzia nazionale per la gestione del  programma
europeo per l'istruzione, la formazione,  la  gioventu'  e  lo  sport
(Erasmus+) con riferimento alle misure di competenza del  ((Ministero
dell'istruzione e del merito)), fermo  restando  che  la  nomina  dei
relativi presidenti e componenti dei consigli di  amministrazione  di
cui all'articolo 11 del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n. 213,
e' effettuata  con  decreto  del  ((Ministro  dell'istruzione  e  del
merito));   promozione   dell'internazionalizzazione   del    sistema
educativo  di  istruzione  e  formazione;  sistema  della  formazione
italiana nel mondo ferme restando le competenze del  Ministero  degli
affari esteri  e  della  cooperazione  internazionale  stabilite  dal
decreto  legislativo  13  aprile  2017,  n.  64  ;  determinazione  e
assegnazione delle risorse finanziarie a carico  del  bilancio  dello
Stato e del personale alle istituzioni scolastiche autonome;  ricerca
e  sperimentazione  delle  innovazioni   funzionali   alle   esigenze
formative; ((supporto  alla  realizzazione  di  esperienze  formative
finalizzate alla  valorizzazione  del  merito,  all'incremento  delle
opportunita' di  lavoro  e  delle  capacita'  di  orientamento  degli
studenti));     valorizzazione      della      filiera      formativa
professionalizzante,   inclusa   l'istruzione   tecnica    superiore;
riconoscimento dei titoli di studio e delle certificazioni in  ambito
europeo e internazionale e attivazione di  politiche  dell'educazione
comuni  ai  paesi  dell'Unione   europea;   consulenza   e   supporto
all'attivita'  delle  istituzioni  scolastiche  autonome;   programmi
operativi   nazionali   nel   settore   dell'istruzione    finanziati
dall'Unione europea; istituzioni di cui all'articolo  137,  comma  2,
del decreto legislativo 31  marzo  1998,  n.  112;  altre  competenze
assegnate dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, nonche'  dalla  vigente
legislazione, ivi comprese le attivita' di promozione e coordinamento
del sistema integrato dei servizi di educazione e di  istruzione  per
bambini fino ai sei anni.