DECRETO LEGISLATIVO 31 marzo 1998, n. 123

Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 15/5/1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/06/2012)
Testo in vigore dal: 7-7-2002
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5.
                        Procedura valutativa

  1.  La  procedura  valutativa  si  applica  a  progetti o programmi
organici e complessi da realizzare successivamente alla presentazione
della  domanda;  sono  tuttavia  ammissibili, nei casi previsti dalle
leggi vigenti, anche le spese sostenute nell'anno antecedente ovvero,
nel  caso  di  procedimento  a  graduatoria, a partire dal termine di
chiusura  del  bando  procedente.  Il  soggetto competente comunica i
requisiti, le modalita' e le condizioni concernenti i procedimenti di
cui ai commi 2 e 3, con avviso da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale
della  Repubblica  italiana  almeno  novanta  giorni prima dell'invio
delle domande, e provvede a quanto disposto dall'articolo 2, comma 3.
((2))
  2.  Nel  procedimento  a graduatoria sono regolati partitamente nel
bando di gara i contenuti, le risorse disponibili, i termini iniziali
e  finali  per  la  presentazione  delle  domande. La selezione delle
iniziative  ammissibili e' effettuata mediante valutazione comparata,
nell'ambito di specifiche graduatorie, sulla base di idonei parametri
oggettivi predeterminati.
  3.  Nel  procedimento  a  sportello e' prevista l'istruttoria delle
agevolazioni  secondo  l'ordine  cronologico  di  presentazione delle
domande,  nonche' la definizione di soglie e condizioni minime, anche
di  natura  quantitativa,  connesse  alle finalita' dell'intervento e
alle  tipologie  delle iniziative, per l'ammissibilita' all'attivita'
istruttoria.  Ove  le  disponibilita' finanziarie siano insufficienti
rispetto  alle  domande presentate, la concessione dell'intervento e'
disposta secondo il predetto ordine cronologico.
  4.  La  domanda  di  accesso agli interventi e' presentata ai sensi
dell'articolo 4, comma 3, e contiene tutti gli elementi necessari per
effettuare la valutazione sia del proponente, che dell'iniziativa per
la quale e' richiesto l'intervento.
  5. L'attivita' istruttoria e' diretta a verificare il perseguimento
degli  obiettivi previsti dalle singole normative, la sussistenza dei
requisiti soggettivi del richiedente, la tipologia del programma e il
fine   perseguito,  la  congruita'  delle  spese  sostenute.  Qualora
l'attivita'  istruttoria  presupponga  anche  la  validita'  tecnica,
economica  e  finanziaria  dell'iniziativa,  la  stessa e' svolta con
particolare   riferimento  alla  redditivita',  alle  prospettive  di
mercato  e  al  piano  finanziario  per  la  copertura del fabbisogno
finanziario derivante dalla gestione, nonche' la sua coerenza con gli
obiettivi  di  sviluppo aziendale. A tale fine, ove i programmi siano
volti  a  realizzare, ampliare o modificare impianti produttivi, sono
utilizzati  anche  strumenti  di simulazione dei bilanci e dei flussi
finanziari  dall'esercizio  di  avvio  a  quello  di entrata a regime
dell'iniziativa.  Le  attivita'  istruttorie  e le relative decisioni
sono  definite entro e non oltre sei mesi dalla data di presentazione
della domanda.
-----------------
AGGIORNAMENTO (2)
  Il D.L. 7 maggio 2002, n. 85, convertito con modificazioni dalla L.
6  luglio  2002,  n.  134, ha disposto (con l'art. 1, comma 1) che al
fine  di  consentire l'applicazione del regolamento (CE) n. 2792/1999
del  Consiglio,  del 17 dicembre 1999, relativamente al rinnovo della
flotta  e all'ammodernamento delle navi da pesca, come modificato dal
regolamento  (CE)  n.  179/2002 del Consiglio, del 28 gennaio 2002, i
termini  di  cui  al  comma 1, secondo periodo, del presente articolo
sono ridotti a quindici giorni. Al fine di consentire alle imprese di
presentare  le  domande  nei termini prescritti le richieste potranno
essere  autocertificate  dal  richiedente  ed entro i sessanta giorni
successivi debitamente corredate con la documentazione prescritta.