DECRETO LEGISLATIVO 31 marzo 1998, n. 123

Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 15/5/1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/06/2012)
Testo in vigore dal: 15-5-1998
                               Art. 2.
                       Modalita' di attuazioue
  1.  Gli  interventi sono  disposti  in  conformita' alla  normativa
dell'Unione  europea;  il  calcolo   dell'intensita'  di  aiuto,  ove
consentito, e'  effettuato in equivalente sovvenzione  lorda o netta.
In ogni caso tale modalita' di  calcolo non e' applicata ai regimi di
aiuto secondo  la regola del  "de minimis" di cui  alla comunicazione
della Commissione europea, pubblicata  nella Gazzetta Ufficiale delle
Comunita' europee n.  C68 del 6 marzo 1996, e  successive modifiche e
integrazioni.
  2. Il  tasso da  applicare per le  operazioni di  attualizzazione e
rivalutazione, nonche' la definizione di piccola e media impresa sono
indicati e  aggiornati con  decreto del Ministro  dell'industria, del
commercio  e dell'artigianato,  in  conformita'  con le  disposizioni
dell'Unione europea.
  3.   I  soggetti   interessati   hanno   diritto  agli   interventi
esclusivamente nei  limiti delle disponibilita'  finanziarie previste
dalla  legge. Il  soggetto competente  comunica tempestivamente,  con
avviso  da  pubblicare  nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
italiana,   l'avvenuto  esaurimento   delle  risorse   disponibili  e
restituisce   agli  istanti   le  cui   richieste  non   siano  state
soddisfatte, la documentazione  da essi inviata a loro  spese. Ove si
rendano  disponibili  ulteriori   risorse  finanziarie,  il  soggetto
competente comunica  la data dalla  quale e' possibile  presentare le
relative domande,  con avviso da pubblicare  nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica  italiana, almeno sessanta giorni  prima del termine
iniziale.