DECRETO LEGISLATIVO 17 marzo 1995, n. 230

((Attuazione delle direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 2006/117/Euratom in materia di radiazioni ionizzanti, 2009/71/Euratom in materia di sicurezza nucleare degli impianti nucleari e 2011/70/Euratom in materia di gestione sicura del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi derivanti da attivita' civili.))

note: Entrata in vigore del decreto: 28-6-1995 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/08/2020)
Testo in vigore dal: 28-6-1995
al: 6-4-2009
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 157
               Sorveglianza radiometrica su materiali

  1.  I  soggetti  che,  a  scopo industriale o commerciale, compiono
operazioni  di  fusione  di rottami o di altri materiali metallici di
risulta  sono  tenuti ad effettuare una sorveglianza radiometrica sui
predetti materiali e rottami, al fine di rilevare la presenza in essi
di  eventuali  sorgenti dismesse. Nel caso di ritrovamento si applica
quanto disposto dall'articolo 25, comma 3.
  2.  Agli obblighi di cui al comma 1 sono altresi' tenuti i soggetti
che   esercitano  attivita',  a  scopo  commerciale,  comportanti  la
raccolta  ed  il  deposito  dei  predetti  materiali  e rottami. Sono
escluse le attivita' che comportano esclusivamente il trasporto.
  3.  Con  decreto  del  Ministro  della  sanita',  di concerto con i
Ministri dell'industria, del commercio e dell'artigianato, del lavoro
e  della  previdenza  sociale  e  dell'ambiente, sentita l'ANPA, sono
stabilite  le  condizioni  di  applicazione  del  presente  articolo,
indipendentemente  dal  verificarsi delle condizioni fissate ai sensi
delle disposizioni di cui all'articolo 1, e le eventuali esenzioni.