DECRETO LEGISLATIVO 25 febbraio 1995, n. 77

Ordinamento finanziario e contabile degli enti locali.

note: Entrata in vigore del decreto legislativo: 17/05/1995 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2004)
Testo in vigore dal: 12-7-1996
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 119 
(( (Determinazione delle  medie  nazionali  per  classi  demografiche
delle risorse di parte corrente  e  della  consistenza  delle  piante
                             organiche). 
   1. Con decreto  a  cadenza  triennale  a  decorrere  dal  1997  il
Ministro dell'interno individua le medie nazionali annue, per  classe
demografica per i comuni ed uniche per le province, delle risorse  di
parte corrente di cui all'art. 91, comma 4. Per il 1995 e per il 1996
le medie nazionali annue sono individuate con  decreto  del  Ministro
dell'interno da emanarsi entro il 31 dicembre 1996. 
   2. A decorrere dal  1997  e  con  cadenza  triennale  il  Ministro
dell'interno individua con proprio decreto  la  media  nazionale  per
classe demografica  della  consistenza  delle  piante  organiche  per
comuni e province  ed  i  rapporti  medi  dipendenti-popolazione  per
classe demografica, validi per gli enti in condizione di dissesto. 
   3.    Per    il    triennio    1994-1996    i    rapporti    medi,
dipendenti-popolazione,validi per gli enti in condizione di dissesto,
sono i seguenti: 
                               COMUNI 
                                          rapporto medio 
            Fascia demografica dipendenti/popolazione 
                                 - - 
     fino a 999 abitanti 1/95 
     da 1.000 a 2.999 abitanti 1/100 
     da 3.000 a 9.999 abitanti 1/105 
     da 10.000 a 59.999 abitanti 1/95 
     da 60.000 a 249.999 abitanti 1/80 
     oltre 249.999 abitanti 1/60 
                              PROVINCE 
                                           rapporto medio 
            Fascia demografica dipendenti/popolazione 
                                 - - 
   fino a 299.999 abitanti 1/520 
   da 300.000 a 499.999 abitanti 1/650 
   da 500.000 a 999.999 abitanti 1/830 
   da 1.000.000 a 2.000.000 abitanti 1/770 
   oltre 2.000.000 abitanti 1/1000 
   4. In ogni caso agli enti spetta un numero di dipendenti non 
inferiore a quello spettante agli enti di maggiore  dimensione  della
fascia demografica precedente. 
   5. I rapporti medi dipendenti-popolazione di cui  al  comma  3  si
applicano anche agli enti locali che hanno dichiarato  in  precedenza
il dissesto finanziario e non hanno ottenuto alla data di entrata  in
vigore del presente decreto legislativo l'approvazione da  parte  del
Ministro dell'interno dell'ipotesi di bilancio riequilibrato. ))