DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 1993, n. 507

Revisione ed armonizzazione dell'imposta comunale sulla pubblicita' e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonche' della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell'art. 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riordino della finanza territoriale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/12/1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/02/2020)
vigente al 29/09/2022
Testo in vigore dal: 1-3-2020
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 18 
         ARTICOLO ABROGATO DALLA L. 27 DICEMBRE 2019, N. 160 
                                                          (33) ((34)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (33) 
  La L. 27 dicembre 2019, n. 160 ha disposto: 
  - (con l'art. 836) che "Con decorrenza  dal  1°  dicembre  2021  e'
soppresso l'obbligo dell'istituzione da parte dei comuni del servizio
delle  pubbliche  affissioni  di  cui  all'articolo  18  del  decreto
legislativo 15 novembre  1993,  n.  507.  Con  la  stessa  decorrenza
l'obbligo previsto da leggi o da regolamenti di affissione  da  parte
delle pubbliche amministrazioni di manifesti contenenti comunicazioni
istituzionali e' sostituito dalla pubblicazione nei  rispettivi  siti
internet  istituzionali.  I  comuni   garantiscono   in   ogni   caso
l'affissione da  parte  degli  interessati  di  manifesti  contenenti
comunicazioni aventi finalita' sociali, comunque prive  di  rilevanza
economica, mettendo a disposizione un congruo numero  di  impianti  a
tal fine destinati"; 
  - (con l'art. 1,  comma  847)che  "Restano  ferme  le  disposizioni
inerenti  alla  pubblicita'  in  ambito  ferroviario  e  quelle   che
disciplinano la propaganda elettorale". 
---------- 
AGGIORNAMENTO (34) 
  Il D.L. 30 dicembre 2019,  n.  162,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 28 febbraio 2020, n. 8, nel modificare l'art. 1,  comma  847
della L. 27 dicembre 2019, n. 160, ha conseguentemente disposto  (con
l'art. 4, comma 3-quater) che "Limitatamente  all'anno  2020  non  ha
effetto l'abrogazione disposta dal comma 847  dell'articolo  1  della
legge 27 dicembre 2019, n. 160; si applicano, per il  medesimo  anno,
l'imposta comunale sulla pubblicita' e  il  diritto  sulle  pubbliche
affissioni nonche' la  tassa  per  l'occupazione  di  spazi  ed  aree
pubbliche, di  cui  rispettivamente  ai  capi  I  e  II  del  decreto
legislativo  15  novembre  1993,  n.  507,  nonche'  il  canone   per
l'installazione dei mezzi pubblicitari e il canone per  l'occupazione
di spazi ed aree pubbliche, di cui rispettivamente agli articoli 62 e
63 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446".