DECRETO-LEGGE 12 settembre 2014, n. 132

Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile. (14G00147)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 13/9/2014.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 10 novembre 2014, n. 162 (in S.O. n. 84, relativo alla G.U. 10/11/2014, n. 261).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/10/2021)
vigente al 30/11/2021
  • Articoli

  • Eliminazione dell'arretrato e trasferimento in sede arbitrale dei
    procedimenti civili pendenti
  • 1

  • Procedura di negoziazione assistita da ((uno o piu' avvocati))
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

  • Ulteriori disposizioni per la semplificazione dei procedimenti di
    separazione personale e di divorzio
  • 12

  • Altre misure per la funzionalita' del processo civile di cognizione
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16

  • Altre disposizioni per la tutela del credito nonche' per la
    semplificazione e l'accelerazione del processo di esecuzione forzata
    e delle procedure concorsuali
  • 17
  • 18
  • 19
  • 19 bis
  • 20

  • Misure per il miglioramento dell'organizzazione giudiziaria
  • 21
  • 21 bis

  • Disposizioni finali
  • 22
  • 23
  • Allegati
Testo in vigore dal: 11-11-2014
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 17 
 
 
          Misure per il contrasto del ritardo nei pagamenti 
 
  1. All'articolo 1284 del codice civile dopo  il  terzo  comma  sono
aggiunti i seguenti: 
  «Se le parti non ne hanno determinato la misura, ((dal  momento  in
cui e' proposta domanda giudiziale)) il saggio degli interessi legali
e' pari a quello previsto dalla  legislazione  speciale  relativa  ai
ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali. 
  La disposizione del quarto comma si applica anche all'atto con  cui
si promuove il procedimento arbitrale.». 
  2. Le disposizioni  del  comma  1  producono  effetti  rispetto  ai
procedimenti iniziati a decorrere dal  trentesimo  giorno  successivo
all'entrata  in  vigore  della  legge  di  conversione  del  presente
decreto.