DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 104

Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia. (20G00122)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/08/2020
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 13 ottobre 2020, n. 126 (in S.O. n. 37, relativo alla G.U. 13/10/2020, n. 253).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/11/2021)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 14-10-2020
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 49 
 
   Risorse per ponti e viadotti di province e citta' metropolitane 
 
  ((1. Per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e  la
realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti  con
problemi strutturali  di  sicurezza,  e'  istituito  nello  stato  di
previsione del Ministero delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  un
fondo da ripartire, con una dotazione di  200  milioni  di  euro  per
ciascuno degli anni dal 2021 al 2023. Con decreto del Ministro  delle
infrastrutture  e  dei  trasporti,  di  concerto  con   il   Ministro
dell'economia e delle finanze, da emanare entro il 31  gennaio  2021,
previa intesa in sede di Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali,
sono disposti il riparto e  l'assegnazione  delle  risorse  a  favore
delle  citta'  metropolitane  e   delle   province   territorialmente
competenti,  sulla  base  di  criteri  analoghi  a  quelli   indicati
all'articolo 1, comma 1077, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, con
particolare riferimento al livello di rischio  valutato.  I  soggetti
attuatori certificano l'avvenuta realizzazione degli investimenti  di
cui  al  presente  comma  entro  l'anno  successivo   a   quello   di
utilizzazione  dei  fondi,   mediante   presentazione   di   apposito
rendiconto al Ministero delle infrastrutture e  dei  trasporti  sulla
base delle risultanze del  monitoraggio  sullo  stato  di  attuazione
delle opere pubbliche di cui al decreto legislativo 29 dicembre 2011,
n. 229)). 
  2. Agli oneri derivanti dal comma 1, pari a 200 milioni di euro per
ciascuno  degli  anni  dal  2021  al  2023,  si  provvede  ai   sensi
dell'articolo 114.