DECRETO-LEGGE 1 agosto 2014, n. 109

Proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione, nonche' disposizioni per il rinnovo dei comitati degli italiani all'estero. (14G00118)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 5/8/2014.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 1 ottobre 2014, n. 141 (in G.U. 3/10/2014, n. 230).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/10/2015)
  • Articoli

  • Missioni internazionali delle Forze armate e di polizia
  • 1
  • 2
  • orig.
  • 3
  • orig.
  • 4
  • orig.
  • 5
  • agg.1
  • orig.
  • 6
  • 7

  • Iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai
    processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle
    organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di
    pace e di stabilizzazione, nonche' disposizioni urgenti per il
    rinnovo dei comitati degli italiani all'estero
  • 8
  • orig.
  • 9
  • orig.
  • 10
  • orig.

  • Disposizioni finali
  • 11
  • orig.
  • 12
Testo in vigore dal: 4-10-2014
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2 
 
 
                                Asia 
 
  1. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di ((euro 183.635.692)) per la proroga  della
partecipazione di personale militare alle  missioni  in  Afghanistan,
denominate International Security Assistance Force  (ISAF)  ed  EUPOL
Afghanistan, di cui all'articolo 2, comma  1,  del  decreto-legge  16
gennaio 2014, n. 2, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  14
marzo 2014, n. 28. 
  2. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di euro 9.124.600 per la proroga dell'impiego
di personale militare negli Emirati Arabi Uniti, in Bahrain, in Qatar
e a Tampa per esigenze connesse con le missioni  in  Afghanistan,  di
cui all'articolo 2, comma 2, del decreto-legge 16 gennaio 2014, n. 2,
convertito, con modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014, n. 28. 
  3. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di euro 333.009 per  l'impiego  di  personale
appartenente al Corpo militare volontario e al Corpo delle infermiere
volontarie della Croce Rossa Italiana per  le  esigenze  di  supporto
sanitario  delle  missioni  internazionali  in  Afghanistan  e  negli
Emirati Arabi Uniti. 
  ((3-bis. Concluse le missioni in corso di cui ai commi 1, 2 e 3 del
presente articolo alla data di  entrata  in  vigore  della  legge  di
conversione del presente decreto, e comunque non oltre il 31 dicembre
2014, la partecipazione dell'Italia ad ulteriori missioni militari in
Afghanistan sara' valutata dal Governo italiano in  presenza  di  una
eventuale formale richiesta del Governo afgano e di concerto  con  le
organizzazioni internazionali coinvolte; di  essa  deve  essere  data
preventiva comunicazione alle Camere,  che  adottano  le  conseguenti
deliberazioni)). 
  4. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa di  euro  76.223.973  per  la  proroga  della
partecipazione del contingente militare italiano alla missione  delle
Nazioni Unite in Libano, denominata United Nations Interim  Force  in
Lebanon (UNIFIL), compreso l'impiego di unita'  navali  nella  UNIFIL
Maritime Task Force, e  per  la  proroga  dell'impiego  di  personale
militare in attivita' di addestramento delle forze  armate  libanesi,
di cui all'articolo 2, comma 4, del decreto-legge 16 gennaio 2014, n.
2, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014, n. 28. 
  5. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014, la spesa  di  euro  1.236.817  per  la  proroga  della
partecipazione  di  personale  militare  alla   missione   denominata
Temporary International Presence in Hebron (TIPH2) e per  la  proroga
dell'impiego di personale  militare  in  attivita'  di  addestramento
delle forze di sicurezza palestinesi, di cui all'articolo 2, comma 5,
del  decreto-legge  16  gennaio   2014,   n.   2,   convertito,   con
modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014, n. 28. 
  6. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre  2014,  la  spesa  di  euro  61.100  per  la  proroga  della
partecipazione  di  personale  militare  alla  missione   dell'Unione
europea  di  assistenza  alle  frontiere  per  il  valico  di  Rafah,
denominata European Union Border Assistance Mission in  Rafah  (EUBAM
Rafah), di cui all'articolo 2, comma 6, del decreto-legge 16  gennaio
2014, n. 2, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014,
n. 28. 
  7. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre  2014,  la  spesa  di  euro  64.230  per  la  proroga  della
partecipazione di personale della  Polizia  di  Stato  alla  missione
dell'Unione europea in Palestina, denominata  European  Union  Police
Mission  for  the  Palestinian  Territories  (EUPOL  COPPS),  di  cui
all'articolo 2, comma 7, del decreto-legge 16  gennaio  2014,  n.  2,
convertito, con modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014, n. 28. 
  8. E' autorizzata, a decorrere dal 1° luglio  2014  e  fino  al  31
dicembre 2014,  la  spesa  di  euro  188.558  per  la  proroga  della
partecipazione di  personale  militare  alla  missione  di  vigilanza
dell'Unione europea in  Georgia,  denominata  EUMM  Georgia,  di  cui
all'articolo 2, comma 8, del decreto-legge 16  gennaio  2014,  n.  2,
convertito, con modificazioni, dalla legge 14 marzo 2014, n. 28.