DECRETO-LEGGE 28 giugno 2013, n. 76

Primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonche' in materia di Imposta sul valore aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti. (13G00123)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 28/06/2013
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 (in G.U. 22/08/2013, n. 196).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/01/2016)
Testo in vigore dal: 24-9-2015
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; 
  Ritenuta  la  straordinaria  necessita'  ed  urgenza   di   emanare
disposizioni  volte  a  promuovere  l'occupazione,   in   particolare
giovanile, e la coesione  sociale,  al  fine  di  favorire  immediate
opportunita' di  impiego,  in  considerazione  della  gravita'  della
situazione occupazionale; 
  Ritenuta  altresi'  la   straordinaria   necessita'   ed   urgenza,
considerata  la  particolare  congiuntura  economica,   di   adottare
disposizioni in materia di IVA e  altri  interventi  urgenti  per  il
sistema produttivo, nonche' di adottare misure  idonee  a  promuovere
gli investimenti e ad assicurare il rispetto degli impegni assunti in
sede internazionale e comunitaria; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri,  adottata  nella
riunione del 26 giugno 2013; 
  Sulla proposta del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri,  del
Ministro  del  lavoro  e  delle  politiche  sociali,   del   Ministro
dell'economia  e  delle  finanze  e  del  Ministro  per  la  coesione
territoriale; 
                                Emana 
 
                     il seguente decreto-legge: 
 
                               Art. 1 
 
  ((ARTICOLO ABROGATO DAL D.LGS. 14 SETTEMBRE 2015, N. 150)) ((7)) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (7) 
  Il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150, ha disposto  (con  l'art.  29,
comma 1)  che  "Sono  fatti  salvi  gli  effetti  in  relazione  alle
assunzioni e trasformazioni intervenute prima dell'entrata in  vigore
del presente decreto,  fino  a  completa  fruizione  degli  incentivi
spettanti". 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 33, comma 2) che "Ai fini di cui al
comma 1 e' apportata una riduzione pari a  50  milioni  per  ciascuno
degli anni 2015 e 2016 della dotazione di cui all'articolo  1,  comma
12, lettera a), del decreto-legge n. 76 del 2013".