DECRETO-LEGGE 24 gennaio 2012, n. 1 (Raccolta 2012) (1)

Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitivita'. (12G0009)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/01/2012.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 marzo 2012, n. 27 (in S.O. n. 53, relativo alla G.U. 24/03/2012, n. 71).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/04/2022)
Testo in vigore dal: 24-1-2012
                               Art. 80 
 
 
Vigilanza  sulla  determinazione   dei   diritti   aeroportuali   per
l'utilizzo delle infrastrutture e dei servizi in regime di esclusiva 
 
  1. L'Autorita' di  vigilanza  controlla  che  nella  determinazione
della  misura  dei  diritti  aeroportuali,  richiesti   agli   utenti
aeroportuali  per  l'utilizzo  delle  infrastrutture  e  dei  servizi
forniti dal gestore in regime di  esclusiva  negli  aeroporti,  siano
applicati i seguenti principi di: 
  a) correlazione ai costi, trasparenza, pertinenza, ragionevolezza; 
  b) consultazione degli utenti aeroportuali; 
  c) non discriminazione; 
  d) orientamento, nel rispetto dei principi di cui alla lettera  a),
alla media europea dei diritti aeroportuali praticati  in  scali  con
analoghe caratteristiche infrastrutturali, di traffico e standard  di
servizio reso. 
  2. L'Autorita' di vigilanza, in caso di violazione dei principi  di
cui al comma 1 e di inosservanza delle linee di politica economica  e
tariffaria di settore, adotta provvedimenti di sospensione del regime
tariffario istituito. 
  3. Per il periodo di sospensione, di cui al comma 2, l'Autorita' di
vigilanza dispone l'applicazione dei livelli  tariffari  preesistenti
al nuovo regime. 
  4. L'Autorita' di vigilanza con comunicazione  scritta  informa  il
gestore aeroportuale delle violazioni, di cui al  comma  2,  che  gli
contesta, assegnandogli il termine di trenta giorni  per  adottare  i
provvedimenti dovuti. 
  5. Il gestore aeroportuale puo', entro sette giorni dal ricevimento
della comunicazione, di cui al comma  4,  presentare  controdeduzioni
scritte all'Autorita' di vigilanza, che, qualora valuti siano  venute
meno le cause di sospensione di cui al comma 2, comunica per  scritto
al gestore la conclusione della procedura di sospensione. 
  6. L'Autorita' di vigilanza, decorso inutilmente il termine, di cui
al comma 4, adotta i provvedimenti ritenuti necessari ai  fini  della
determinazione dei diritti aeroportuali.