DECRETO-LEGGE 2 ottobre 2008, n. 151

Misure urgenti in materia di prevenzione e accertamento di reati, di contrasto alla criminalita' organizzata e all'immigrazione clandestina.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 2/10/2008.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 28 novembre 2008, n. 186 (in G.U. 01/12/2008, n.281).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 8-8-2009
aggiornamenti all'articolo
                          Art. 2-quinquies
    (Limiti alla concessione dei benefici di legge ai superstiti
            della vittima della criminalita' organizzata)

  1.  Ferme  le  condizioni  stabilite dall'articolo 4 della legge 20
ottobre 1990, n. 302, e successive modificazioni, i benefici previsti
per i superstiti sono concessi a condizione che:
    a)  il beneficiario non risulti coniuge, (( convivente, parente o
affine entro il quarto grado )) di soggetti nei cui confronti risulti
in  corso  un  procedimento  per  l'applicazione  o sia applicata una
misura  di  prevenzione  di  cui alla legge 31 maggio 1965, n. 575, e
successive  modificazioni,  ovvero  di  soggetti  nei  cui  confronti
risulti  in  corso  un procedimento penale per uno dei delitti di cui
all'articolo 51, comma 3-bis, del codice di procedura penale;
    b)  il beneficiario risulti essere del tutto estraneo ad ambienti
e rapporti delinquenziali, ovvero risulti, al tempo dell'evento, gia'
dissociato   dagli   ambienti   e  dai  rapporti  delinquenziali  cui
partecipava.
  2.  Il  sopravvenuto  mutamento  delle  condizioni  previste  dagli
articoli  1  e  4  della  legge 20 ottobre 1990, n. 302, e successive
modificazioni, comporta l'interruzione delle erogazioni disposte e la
ripetizione integrale delle somme gia' corrisposte.