DECRETO-LEGGE 18 settembre 2001, n. 347

Interventi urgenti in materia di spesa sanitaria.

note: Entrata in vigore del decreto: 20-9-2001.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 16 novembre 2001, n. 405 (in G.U. 17/11/2001, n.268).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/06/2014)
Testo in vigore dal: 1-1-2002
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8.
                 Particolari modalita' di erogazione
                    di medicinali agli assistiti

  1.  Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, anche
con provvedimenti amministrativi, hanno facolta' di:
   a) LETTERA SOPPRESSA DALLA L. 16 NOVEMBRE 2001, N. 405.
   a)  stipulare accordi con le associazioni sindacali delle farmacie
convenzionate,  pubbliche e private, per consentire agli assistiti di
rifornirsi  delle categorie di medicinali che richiedono un controllo
ricorrente  del  paziente  anche  presso  le farmacie predette con le
medesime  modalita'  previste  per  la  distribuzione  attraverso  le
strutture aziendali del Servizio sanitario nazionale, da definirsi in
sede di convenzione ((regionale));
   b)   assicurare   l'erogazione  diretta  da  parte  delle  aziende
sanitarie  dei  medicinali  necessari  al trattamento dei pazienti in
assistenza domiciliare, residenziale e semiresidenziale;
   c)  disporre,  al  fine di garantire la continuita' assistenziale,
che   la   struttura   pubblica   fornisca  direttamente  i  farmaci,
limitatamente  al  primo  ciclo  terapeutico  completo, sulla base di
direttive  regionali,  per  il periodo immediatamente successivo alla
dimissione  dal  ricovero  ospedaliero  o  alla  visita specialistica
ambulatoriale.