DECRETO-LEGGE 22 aprile 1985, n. 144

Norme per la erogazione di contributi finalizzati al sostegno delle attivita' di prevenzione e reinserimento dei tossicodipendenti nonche' per la distruzione di sostanze stupefacenti e psicotrope sequestrate e confiscate.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 21 giugno 1985, n. 297 (in G.U. 22/06/1985, n.146).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/06/1985)
Testo in vigore dal: 23-6-1985
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Ritenuta  l'urgente  necessita'  di  dare immediata attuazione agli
indirizzi  in materia di lotta alla droga approvati dal Consiglio dei
Ministri nelle sedute del 10 aprile e del 16 ottobre 1984, per quanto
concerne  le  attivita'  di  prevenzione  e reinserimento sociale dei
tossicodipendenti nonche' di assicurare l'immediata distruzione delle
sostanze  stupefacenti e psicotrope sequestrate e confiscate, al fine
di evitare pericolose giacenze;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 19 aprile 1985;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e del
Ministro  dell'interno,  di  concerto  con  i Ministri del bilancio e
della programmazione economica, del tesoro e della sanita';

                                EMANA

il seguente decreto:
                               Art. 1.

  ((1. Il Ministro dell'interno puo' erogare contributi allo scopo di
sostenere le attivita' per il recupero e il reinserimento sociale dei
tossicodipendenti.
  2.  La  erogazione di contributi da parte del Ministro dell'interno
alle  associazioni  di  volontariato,  cooperative  e privati, di cui
all'articolo  1-bis,  avviene  tramite  l'ente  locale competente per
territorio,  fino a quando non sara' regolata con una nuova normativa
legislativa  la  disciplina  dei  rapporti  di enti e associazioni di
volontariato  che  operano  sul  territorio  nazionale  nel campo del
recupero e del reinserimento sociale dei tossicodipendenti)).