DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 dicembre 1992, n. 495

Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/02/2021)
vigente al 06/10/2021
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-1993
                    Art. 216 (Art. 61 Cod. Str.) 
              (Lunghezza massima degli autoarticolati, 
                  degli autotreni e dei filotreni) 
  1.  La  lunghezza  massima  di  16,50  m  e'  consentita  per   gli
autoarticolati in cui l'avanzamento dell'asse della  ralla,  misurato
orizzontalmente, rispetto alla parte  posteriore  del  semirimorchio,
risulti non superiore a 12,00 m e, rispetto  ad  un  punto  qualsiasi
della parte anteriore del semirimorchio, risulti non superiore a 2,04
m. Qualora non si verifichi anche una sola delle dette condizioni, la
lunghezza degli autoarticolati  non  puo'  superare  15,50  m,  fermo
restando quanto stabilito in proposito  dalla  direttiva  85/3/CEE  e
successive modificazioni. 
  2. La lunghezza massima di 18,35 m e' consentita per gli  autotreni
ed i filotreni che  presentano  una  distanza  massima  di  15,65  m,
misurata parallelamente all'asse  longitudinale  dell'autotreno,  tra
l'estremita' anteriore della zona  di  carico  dietro  l'abitacolo  e
l'estremita' posteriore del rimorchio del veicolo combinato, meno  la
distanza fra la parte posteriore del veicolo  a  motore  e  la  parte
anteriore del rimorchio nonche' una  distanza  massima  di  16,00  m,
sempre misurata parallelamente all'asse longitudinale dell'autotreno,
tra l'estremita' anteriore della zona di carico dietro l'abitacolo  e
l'estremita' posteriore del rimorchio del veicolo combinato.  Qualora
non si verifichi anche una sola delle dette condizioni, la  lunghezza
degli autotreni e dei filotreni non  puo'  superare  18,00  m,  fermo
restando quanto stabilito in proposito  dalla  direttiva  85/3/CEE  e
successive modificazioni. 
  3. Il Ministro dei trasporti, con decreto emesso di concerto con il
Ministro dei lavori pubblici puo' determinare per gli autoarticolati,
per gli autotreni e per i filotreni valori  dimensionali  diversi  da
quelli indicati ai commi 1 e 2. 
          Nota all'art. 216:
             - La direttiva 85/3 e'  stata  recepita  con  D.  M.  22
          gennaio  1988,  n.  78:  "Attuazione delle direttive CEE n.
          85/3 e n. 86/630 relative ai  pesi,  alle  dimensioni  e  a
          certe  altre  caratteristiche  tecniche  di  taluni veicoli
          stradali", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 64 del 17
          marzo 1988.