DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 aprile 1986, n. 131

Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/06/2022)
vigente al 11/08/2022
  • Allegati
Testo in vigore dal: 9-6-2022
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 66. 
  Divieto di rilascio di documenti relativi ad atti non registrati 
 
  1. I soggetti indicati nell'art.  10,  lettere  b)  e  c),  possono
rilasciare  originali,  copie  ed  estratti  degli  atti  soggetti  a
registrazione in termine fisso da loro  formati  o  autenticati  solo
dopo che gli stessi sono  stati  registrati,  indicando  gli  estremi
della registrazione, compreso l'ammontare dell'imposta, con  apposita
attestazione da loro sottoscritta. 
  2. La disposizione di cui al comma 1 non si applica: 
a)  agli  originali,  copie  ed  estratti  di   sentenze   ed   altri
  provvedimenti giurisdizionali, o di atti formati dagli ufficiali 
  giudiziari  e  dagli  uscieri,  che   siano   rilasciati   per   la
prosecuzione del giudizio; 
      b) agli atti richiesti d'ufficio ai fini di un procedimento 
  giurisdizionale, salvo il disposto del comma 7 dell'art. 65; 
      c) alle copie degli atti destinate alla trascrizione o 
  iscrizione nei registri immobiliari; 
      d) alle copie degli atti occorrenti per l'approvazione od 
  omologazione; 
      e) alle copie di atti che il pubblico ufficiale e' tenuto per 
  legge a depositare presso pubblici uffici. (52)((85)) 
  3. Nei casi di cui al comma 2 deve essere  apposta  sull'originale,
sulla copia o  sull'estratto  rilasciati  prima  della  registrazione
l'indicazione dell'uso. (36) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (36) 
  La Corte Costituzionale con sentenza del 21 novembre -  6  dicembre
2002 n. 522 (in  G.U.  1ª  s.s.  11/12/2002,  n.  49)  ha  dichiarato
"l'illegittimita' costituzionale dell'articolo  66  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 (Approvazione  del
testo unico delle disposizioni concernenti  l'imposta  di  registro),
nella parte in cui non prevede che la disposizione di cui al comma  1
non si  applica  al  rilascio  dell'originale  o  della  copia  della
sentenza o di altro provvedimento giurisdizionale, che  debba  essere
utilizzato per procedere all'esecuzione forzata". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (52) 
  La Corte Costituzionale, con sentenza del 7 - 10 giugno 2010 n. 198
(in G.U. 1ª s.s. 16/6/2010, n. 24), ha  dichiarato  "l'illegittimita'
costituzionale dell'art. 66, comma  2,  del  decreto  del  Presidente
della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 (Approvazione del testo unico
delle disposizioni concernenti l'imposta di registro), nella parte in
cui non prevede che la disposizione di cui al comma 1 non si applichi
al rilascio di copia dell'atto  conclusivo  (sentenza  o  verbale  di
conciliazione)  della  causa  di  opposizione  allo   stato   passivo
fallimentare, ai fini della variazione di quest'ultimo". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (85) 
  La Corte Costituzionale, con sentenza 26 aprile - 7 giugno 2022, n.
140,  (in  G.U.   1ª   s.s.   8/6/2022,   n.   23),   ha   dichiarato
"l'illegittimita' costituzionale dell'art. 66, comma 2,  del  decreto
del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131  (Approvazione
del  testo  unico  delle  disposizioni   concernenti   l'imposta   di
registro), nella parte in cui non prevede che la disposizione di  cui
al comma 1 non si applichi al rilascio della copia della  sentenza  o
di  altro  provvedimento  giurisdizionale,  i  quali  debbano  essere
utilizzati per proporre l'azione di ottemperanza dinanzi  al  giudice
amministrativo".