DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 1998, n. 25

Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi allo sviluppo ed alla programmazione del sistema universitario, nonche' ai comitati regionali di coordinamento, a norma dell'articolo 20, comma 8, lettere a) e b) , della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 4-3-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/01/2005)
Testo in vigore dal: 2-4-2005
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2.
              Programmazione del sistema universitario

  1.  ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 31 GENNAIO 2005, N. 7 CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MARZO 2005, N. 43)).
  2.  ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 31 GENNAIO 2005, N. 7 CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MARZO 2005, N. 43)).
  3.  ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 31 GENNAIO 2005, N. 7 CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MARZO 2005, N. 43)).
  4.  ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 31 GENNAIO 2005, N. 7 CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MARZO 2005, N. 43)).
  5.  L'istituzione  e  la  soppressione  di universita' previste dal
decreto  di  cui  al  comma 3, lettera e), sono disposte con appositi
decreti  del  Ministro,  che disciplinano le modalita' attuative ed i
tempi, sulla base dei seguenti principi:
    a)  nuove  universita'  o  istituti  di  istruzione universitaria
statali si costituiscono mediante:
      1)  l'istituzione  contestuale  in  una  medesima  sede di piu'
facolta'  e  la  determinazione  delle  procedure per la costituzione
degli organi accademici;
      2)  il  trasferimento  da  altre  universita' di strutture gia'
esistenti,  subentrando  la  nuova  universita'  in  tutti i rapporti
giuridici inerenti al funzionamento delle strutture trasferite;
    b)  nel caso di istituzione di nuove facolta' di cui alla lettera
a),  punto  1),  anche  decentrate,  le attribuzioni del consiglio di
facolta'  sono  esercitate  temporaneamente  da  un apposito comitato
costituito  da  cinque professori di ruolo, tre di prima fascia e due
di  seconda.  I  predetti  componenti  il  comitato  sono  eletti dai
professori  di  ruolo appartenenti ai settori scientificodisciplinari
afferenti  alle  predette  facolta'.  Le  elezioni  sono  indette  ed
espletate  dagli  atenei. I membri del comitato durano in carica fino
all'assegnazione  alla facolta' di almeno cinque professori di ruolo,
di  cui tre di prima fascia e due di seconda e comunque non oltre tre
anni.  Decorso  tale  termine senza che si sia verificata la predetta
assegnazione  il  comitato  decade,  i suoi membri non possono essere
rieletti  e  si  procede  ad  una  nuova  elezione.  Non  si fa luogo
all'elezione  del  comitato  qualora  abbiano  optato  per  la  nuova
facolta' almeno tre professori di prima fascia e due di seconda;
    c)  l'istituzione  di  nuove universita' o istituti di istruzione
universitaria   non   statali,   legalmente   riconosciuti,   nonche'
l'autorizzazione  al  rilascio di titoli aventi valore legale avviene
contestualmente  all'approvazione  dello  statuto  e  del regolamento
didattico  di ateneo, di cui all'articolo 11, comma 1, della legge 19
novembre  1990, n. 341. A tali universita' o istituti si applicano le
disposizioni di cui alla legge 29 luglio 1991, n. 243;
    d)  nel caso di soppressione di ateneo e' garantito agli studenti
il completamento degli studi, al personale tecnicoamministrativo e al
personale  docente  e ricercatore il mantenimento del posto, anche in
altra sede universitaria.
  6.  Nel  caso  di  istituzione di nuove facolta', nella stessa o in
altra sede di universita' esistenti, non finalizzate all'obiettivo di
cui  al  comma  5,  lettera  a),  i  predetti  atenei disciplinano la
procedura  per  la  costituzione dei relativi organi accademici e per
l'avvio delle attivita'.
  7.  Per l'attuazione della programmazione del sistema universitario
sono  prioritariamente  utilizzate  le quote annue determinate per la
predetta  finalita'  dalla  legge finanziaria, ai sensi dell'articolo
11,  comma  3,  lettera  c),  della  legge  5  agosto 1978, n. 468, e
successive modificazioni e integrazioni.
  8.  ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 31 GENNAIO 2005, N. 7 CONVERTITO, CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MARZO 2005, N. 43)).