DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 marzo 1990, n. 70

Ulteriori norme di attuazione dello statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia in materia di assistenza scolastica a favore degli studenti universitari e di assistenza a particolari categorie.

note: Entrata in vigore del decreto: 19/04/90
  • Articoli
  • ASSISTENZA SCOLASTICA
    A FAVORE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI
  • 1
  • 2
  • ASSISTENZA A FAVORE DI PARTICOLARI CATEGORIE
  • 3
  • 4
  • DISPOSIZIONI FINALI
  • 5
Testo in vigore dal: 19-4-1990
attiva riferimenti normativi
                               Art. 3.
  1.  Sono  trasferiti  alla  regione le funzioni amministrative ed i
compiti gia' attribuiti per il Friuli-Venezia Giulia nelle materie di
sua  competenza  ai  sottoindicati  enti,  compresi  nella  tabella B
allegata al decreto del Presidente della Repubblica 24  luglio  1977,
n.  616,  ed  esercitati, alla data di entrata in vigore del presente
decreto, dall'ufficio stralcio  di  cui  all'art.  119  del  medesimo
decreto:
   Unione italiana ciechi (U.I.C.);
   Ente  nazionale  per  la  protezione  e l'assistenza dei sordomuti
(E.N.S.);
   Associazione   nazionale  fra  mutilati  ed  invalidi  del  lavoro
(ANMIL);
   Associazione  nazionale  famiglie  caduti  e  dispersi  in  guerra
(A.N.F.C.D.G.);
   Ente nazionale assistenza alla gente di mare (ENAGM);
   Ente nazionale cellulosa e carta (ENCC);
   Istituto  nazionale  per le assicurazioni contro gli infortuni sul
lavoro (I.N.A.I.L.).
          Nota all'art. 3:
             -  Il  testo  dell'art.  119 del D.P.R. n. 616/1977 (che
          reca   norme   per   il   trasferimento   delle    funzioni
          amministrative   alle   regioni   a  statuto  ordinario  in
          attuazione della delega di cui alla legge n.  382/1975)  e'
          il seguente:
             "Art.   119.  (Attivita'  residue  degli  enti  pubblici
          estinti). - Le funzioni amministrative degli enti pubblici,
          di cui all'art. 113, continuano ad essere esercitate, nelle
          regioni a statuto speciale mediante ufficio stralcio,  fino
          a  quando  non  sara' diversamente disposto con le norme di
          attuazione degli statuti speciali o di  altre  leggi  dello
          Stato".