DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 6 marzo 1978, n. 100

Norme dirette ad assicurare l'esecuzione degli obblighi derivanti dagli accordi Italo-Jugoslavi di Osimo del 10 novembre 1975 ed a consentire l'attuazione delle misure connesse.

Testo in vigore dal: 28-4-1978
attiva riferimenti normativi
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 87 della Costituzione della Repubblica;
  Vista  la legge 14 marzo 1977, n. 73, di ratifica ed esecuzione del
trattato  tra  la  Repubblica  italiana  e  la  Repubblica socialista
federativa  di  Jugoslavia, con allegati, nonche' dell'accordo tra le
stesse parti, con allegati, dell'atto finale e dello scambio di note,
firmati ad Osimo (Ancona) il 10 novembre 1975;.
  Considerato che ai sensi e per gli effetti dell'art. 3 della citata
legge il Governo e' autorizzato all'emanazione di norme necessarie ad
assicurare  l'esecuzione degli obblighi derivanti dagli atti suddetti
ed  a consentire l'attuazione delle misure connesse occorrenti per il
raggiungimento delle finalita' indicate negli atti medesimi;
  Sentita  la  giunta regionale della regione autonoma Friuli-Venezia
Giulia;
  Udito il parere della Commissione parlamentare prevista dall'art. 3
della succitata legge n. 73 di ratifica;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del Ministro degli affari esteri di concerto con i
Ministri  del  tesoro, del bilancio e della programmazione economica,
dei    lavori    pubblici,    dell'industria,    del    commercio   e
dell'artigianato;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Al fine di realizzare le infrastrutture e gli impianti necessari al
potenziamento  dell'attivita'  economica  nei  territori  di  confine
nell'ambito  della  regione  Friuli-Venezia Giulia, sono autorizzate,
con  riferimento  agli accordi di cui all'art. 1 della legge 14 marzo
1977,  n.  73 le opere indicate negli articoli seguenti in aggiunta a
quelle  che  le  singole  amministrazioni interessate finanzieranno a
carico  degli stanziamenti dei loro stati di previsione della spesa o
di leggi speciali.