DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 640

Imposta sugli spettacoli.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2015)
Testo in vigore dal: 27-3-1999
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.
                         (((Base imponibile)

  1. La base imponibile e' costituita dall'importo dei singoli titoli
di  accesso  di  cui agli articoli 6 e 6-bis, venduti al pubblico per
l'ingresso   o   l'occupazione   del  posto  o  dal  prezzo  comunque
corrisposto  per assistere o partecipare agli intrattenimenti ed alle
altre  attivita'  elencati  nella  tariffa, al netto dell'imposta sul
valore aggiunto in quanto dovuta.
  2. Costituiscono altresi' base imponibile:
    a)  gli  aumenti apportati ai prezzi delle consumazioni o servizi
offerti al pubblico;
    b)  i corrispettivi delle cessioni e delle prestazioni di servizi
accessori, obbligatoriamente imposte;
    c)  l'ammontare  degli  abbonamenti,  dei  proventi  derivanti da
sponsorizzazione   e   cessione   dei  diritti  radiotelevisivi,  dei
contributi   da  chiunque  erogati,  nonche'  il  controvalore  delle
dotazioni da chiunque fornite e ogni altro provento comunque connesso
all'utilizzazione  ed  alla  organizzazione  degli  intrattenimenti e
delle altre attivita'.
  3. Qualora gli intrattenimenti e le altre attivita' di cui al comma
1  siano  organizzati  da  enti, societa' o associazioni per i propri
soci, l'imposta si applica:
    a)  sull'intero  ammontare  delle  quote o contributi associativi
corrisposti,  se  l'ente abbia come unico scopo quello di organizzare
tali intrattenimenti ed attivita';
    b) sulla parte dell'ammontare delle quote o contributi anzidetti,
riferibile  all'attivita' soggetta all'imposta, qualora l'ente svolga
anche altre attivita';
    c) sul prezzo dei titoli di accesso e dei posti riservati e sulle
somme  o  valori corrisposti per le voci di cui alle lettere a), b) e
c) del comma 2.
  4.   Per  le  case  da  gioco  la  base  imponibile  e'  costituita
giornalmente dalla differenza attivita' fra le somme introitate per i
giochi  e  quelle  pagate  ai giocatori per le vincite e da qualsiasi
altro introito connesso all'esercizio del gioco.
  5.  Sono  escluse  dal  computo  dell'ammontare imponibile le somme
dovute   a   titolo   di   rivalsa  obbligatoria  dell'imposta  sugli
intrattenimenti  e di quanto e' dovuto agli enti pubblici concedenti,
a cui e' riservato per legge l'esercizio delle case da gioco.))((8))
---------------
AGGIORNAMENTO (8)
  Il  D. Lgs. 26 febbario 1999 n. 60 ha disposto (con l'art. 22 comma
1)  che  le  disposizioni  del  presente  decreto  si applicano dal 1
gennaio 2000".