DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 marzo 1967, n. 223

Approvazione del testo unico delle leggi per la disciplina dell'elettorato attivo e per la tenuta e la revisione delle liste elettorali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/09/2011)
Testo in vigore dal: 13-5-1967
al: 8-12-2000
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 30.
(Legge  7 ottobre 1947, n. 1058, art. 24, e legge 22 gennaio 1966, n.
                             1, art. 19)

  Entro,  il  10  giugno  e il 10 dicembre, la Commissione elettorale
mandamentale deve avere provveduto alla approvazione degli elenchi ed
alle  relative  variazioni  da  effettuare sull'esemplare delle liste
generali  depositate  presso  la  Commissione  stessa.  Nei  medesimi
termini  gli  elenchi  devono essere restituiti al Comune insieme con
tutti  i  documenti.  Il  segretario comunale ne invia immediatamente
ricevuta al presidente della Commissione.
  Nei dieci giorni successivi la Commissione elettorale comunale, con
l'assistenza  del  segretario,  apporta, in conformita' degli elenchi
approvati, le conseguenti variazioni alle liste generali, aggiungendo
i  nomi  compresi nell'elenco dei nuovi iscritti ed eliminando i nomi
di quelli compresi nell'elenco dei cancellati.
  Delle  rettificazioni  eseguite  viene redatto verbale che, firmato
dal   presidente   della   Commissione   elettorale  comunale  e  dal
segretario,  e'  immediatamente trasmesso al prefetto, al procuratore
della  Repubblica presso il tribunale competente per territorio ed al
presidente della Commissione elettorale mandamentale.
  Entro lo stesso termine di cui al secondo comma, le decisioni della
Commissione   elettorale  mandamentale  sono,  a  cura  del  sindaco,
notificate, con le modalita' di cui all'ultimo comma dell'art. 19, ai
cittadini  cancellati  dalle  liste  o  la  cui domanda o proposta di
iscrizione non sia stata accolta.
  Le  liste  rettificate,  insieme con gli elenchi approvati, debbono
rimanere  depositate nella segreteria comunale rispettivamente dal 21
al 30 giugno e dal 21 al 31 dicembre, ed ogni cittadino ha diritto di
prenderne  visione.  Dell'avvenuto  deposito  il sindaco da' pubblico
avviso.
  Tale  pubblicazione  tiene luogo di notificazione nei confronti dei
cittadini  iscritti  dalla  Commissione elettorale mandamentale nelle
liste elettorali.