DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 3 maggio 1957, n. 686

Norme di esecuzione del testo unico delle disposizioni sullo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/06/2013)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 27-8-1957
                               Art. 3.
         (Commissioni esaminatrici e comitati di vigilanza)

  Le  commissioni  esaminatrici  dei  concorsi  per l'ammissione alle
carriere  direttive  sono  composte  da  un  presidente  scelto tra i
magistrati  amministrativi  o  ordinari con qualifica non inferiore a
consigliere di Stato o corrispondente, e da altri quattro membri, due
dei  quali docenti universitari delle materie su cui vertono le prove
di    esame    e    due    impiegati    delle    carriere   direttive
dell'Amministrazione  con  qualifica  non  inferiore  a  direttore di
divisione.   Le  funzioni  di  segretario  sono  disimpegnate  da  un
impiegato delle carriere direttive dell'Amministrazione con qualifica
non inferiore a consigliere di seconda classe.
  Le  commissioni  esaminatrici  dei  concorsi  per l'ammissione alle
carriere  di  concetto  sono composte da un presidente scelto tra gli
impiegati   dell'Amministrazione   con  qualifica  non  inferiore  ad
ispettore  generale,  e  da  altri  quattro  membri,  due  dei  quali
professori  d'istituto  d'istruzione  secondaria  di  2°  grado delle
materie  sulle  quali vertono le prove di esame e due impiegati delle
carriere direttive dell'Amministrazione con qualifica non inferiore a
direttore  di sezione. Le funzioni di segretario sono disimpegnate da
un  impiegato  delle carriere direttive con qualifica non inferiore a
consigliere di seconda classe.
  Le  commissioni  esaminatrici  dei  concorsi  per l'ammissione alle
carriere  esecutive  sono  composte  da  un presidente scelto tra gli
impiegati delle carriere direttive dell'Amministrazione con qualifica
non  inferiore  a  direttore  di divisione, e da altri quattro membri
scelti     tra     gli    impiegati    delle    carriere    direttive
dell'Amministrazione  con  qualifica  non  inferiore  a  direttore di
sezione.  Le funzioni di segretario sono disimpegnate da un impiegato
delle carriere direttive con qualifica non inferiore a consigliere di
seconda classe.
  Le  commissioni  dei  concorsi  per  l'ammissione alle carriere del
personale  ausiliario  sono  composte  da  in  presidente  e da altri
quattro  membri,  tutti  scelti  tra  gli  impiegati  delle  carriere
direttive   dell'Amministrazione   con   qualifica  non  inferiore  a
direttore  di  sezione Lo funzioni di segretario sono disimpegnate da
un impiegato delle carriere direttive o di concetto con qualifica non
inferiore,  rispettivamente,  a  consigliere  di  seconda  classe e a
segretario.
  Alle  commissioni  possono essere aggregati membri aggiunti per gli
esami di lingue estere o per materia speciali.
  Quando  le prove scritte abbiano luogo in piu' sedi, si costituisce
per  ciascuna sede, esclusa quella della commissione esaminatrice, un
comitato  di  vigilanza,  presieduto  da  un membro della commissione
stessa, ovvero da un impiegato dell'Amministrazione con qualifica non
inferiore a direttore di sezione, e costituita da due impiegati delle
carriere  direttive e da un segretario scelto tra gli impiegati delle
carriere  direttive  o  di  concetto  con  qualifica  non  inferiore,
rispettivamente a consigliere di seconda classe e a segretario.
  Gli   impiegati  nominati  presidente  e  membri  dei  comitati  di
vigilanza  sono  scelti  fra quelli in servizio nella sede d'esame, a
meno  che,  per  giustificate  esigenze  di  servizio, sia necessario
destinare a tale funzione impiegati residenti in altra sede.
  Sono abrogate le norme relative alla composizione delle commissioni
esaminatrici   per   le   quali   gli   ordina  menti  delle  singole
Amministrazioni  emanati anteriormente al primo aprile 1957 prevedano
una diversa composizione.