MINISTERO DELLE FINANZE

DECRETO 12 febbraio 1991, n. 183

Regolamento delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea.

note: Entrata in vigore del decreto: 3/7/1991
Testo in vigore dal: 3-7-1991
                      IL MINISTRO DELLE FINANZE
  Vista la legge 10 agosto 1988, n. 357;
  Visto  il  regolamento  generale delle lotterie nazionali approvato
con decreto del Presidente della  Repubblica  20  novembre  1948,  n.
1677;
  Visto  il decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1988,
n. 526, recante modificazioni al citato  regolamento  generale  delle
lotterie nazionali;
  Vista  la  legge  26 marzo 1990, n. 62, recante, tra l'altro, nuove
norme in materia di lotterie e in particolare l'art. 6, comma 1,  che
autorizza   il  Ministro  delle  finanze  ad  istituire  le  lotterie
nazionali  ad  estrazione  istantanea,  previa  adozione  di   idoneo
regolamento;
  Visto l'art. 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
  Udito  il  parere  del  Consiglio  di  Stato espresso nell'adunanza
generale del 30 ottobre 1990;
  Vista  la  comunicazione  n.  UDG/243  inviata  al  Presidente  del
Consiglio dei Ministri in data 19 dicembre 1990;
                             A D O T T A
                      il seguente regolamento:
                               Art. 1.
  1. Nelle lotterie nazionali ad estrazione istantanea i partecipanti
possono  immediatamente conoscere la vincita attraverso l'acquisto di
un biglietto sul quale e' stato in precedenza impresso, e  celato  ad
ogni  forma  di  possibile  evidenza  o  ricognizione esplorativa, il
risultato di una combinazione casuale di vincita.
          AVVERTENZA:
             Il testo delle note qui pubblicato e' stato  redatto  ai
          sensi  dell'art. 10, comma 3, del testo unico approvato con
          decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre  1985,
          n.  1092,  al  solo  fine  di  facilitare  la lettura delle
          disposizioni di legge alle  quali  e'  operato  il  rinvio.
          Restano  invariati  il  valore  e  l'efficacia  degli  atti
          legislativi qui trascritti.
          Note alle premesse:
             -   La   legge   n.   357/1988    reca:    "Assegnazione
          all'Amministrazione  autonoma  dei  monopoli  di  Stato  di
          finanziamenti per la ristrutturazione della produzione, per
          la costruzione della manifattura tabacchi di Lucca e per la
          corresponsione del premio incentivante di cui  all'art.  4,
          comma  4,  del  decreto-legge  19  dicembre  1984,  n. 853,
          convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  17  febbraio
          1985,  n.  17,  nonche'  modificazioni delle leggi 4 agosto
          1955, n. 722, e successive modificazioni e integrazioni, 11
          luglio 1980, n. 312, e 4 ottobre 1986, n. 657".
             - Il comma  3  dell'art.  17  della  legge  n.  400/1988
          (Disciplina  dell'attivita'  di Governo e ordinamento della
          Presidenza del Consiglio  dei  Ministri)  prevede  che  con
          decreto  ministeriale  possano  essere adottati regolamenti
          nelle materie di competenza del  Ministro  o  di  autorita'
          sottordinate  al  Ministro,  quando  la legge espressamente
          conferisca tale potere. Tali regolamenti,  per  materie  di
          competenza  di  piu'  Ministri, possono essere adottati con
          decreti  interministeriali, ferma restando la necessita' di
          apposita autorizzazione da parte della legge. I regolamenti
          ministeriali ed interministeriali non possono dettare norme
          contrarie a quelle dei  regolamenti  emanati  dal  Governo.
          Essi  debbono essere comunicati al Presidente del Consiglio
          dei Ministri prima della loro emanazione. Il comma 4  dello
          stesso  articolo  stabilisce  che gli anzidetti regolamenti
          debbano recare la  denominazione  di  "regolamento",  siano
          adottati  previo  parere del Consiglio di Stato, sottoposti
          al visto ed alla registrazione  della  Corte  dei  conti  e
          pubblicati nella Gazzetta Ufficiale.