LEGGE 16 giugno 1939, n. 1111

Disciplina degli affittacamere. (039U1111)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 26/08/1939 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/08/1955)
Testo in vigore dal: 20-11-1940
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                      RE D'ITALIA E DI ALBANIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Il Senato e la Camera dei Fasci e delle Corporazioni, a mezzo delle
loro Commissioni legislative, hanno approvato; 
 
  Noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: 
 
                               Art. 1. 
 
  I privati i quali  forniscano  abitualmente  alloggio  per  mercede
adibendo a tale  scopo  non  oltre  quattro  camere  ammobigliate  ed
arredate con un numero massimo complessivo di sei  letti  o  per  sei
ospiti, senza  esercirvi  un'azienda  alberghiera,  sono  qualificati
affittacamere. 
 
  Sono  qualificati  altresi'  affittacamere  coloro  che   affittano
abitualmente  appartamenti  ammobigliati  e  camere  mobiliate  nelle
stazioni di cura, soggiorno e turismo, senza limitazione  nel  numero
delle camere e degli ospiti. 
                                                                ((1)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  La L. 2 ottobre 1940, n. 1548 ha disposto (con l'art. 1,  comma  1)
che "Per tutta la durata delle ostilita', e sino a tre mesi  dopo  la
conclusione della pace, e' sospesa l'osservanza  del  limite  massimo
delle camere, dei letti  e  degli  ospiti  fissato  dal  primo  comma
dell'art. 1 della legge 16 giugno 1939-XVII, n. 1111".