REGIO DECRETO 17 giugno 1926, n. 1124

Determinazione, per alcune provincie del Regno, della data della cessazione delle Amministrazioni ordinarie e straordinarie e dell'inizio delle funzioni del Podesta' e della Consulta municipale nei Comuni di cui all'art. 1 della legge 4 febbraio 1926, n. 237. (026U1124)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/07/1926 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 20-7-1926
al: 15-12-2010
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto l'art.  15  della  legge  4  febbraio  1926,  n.  237,  sulla
istituzione del Podesta' e della Consulta municipale; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro  Segretario  di  Stato  per  gli
affari dell'interno; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  Per  le  provincie  di  Avellino,  Cagliari,  Campobasso,  Caserta,
Catanzaro, Como, Forli', Imperia,  Messina,  Milano,  Novara,  Pavia,
Perugia, Pesaro, Potenza, e' fissata  all'11  luglio  1926,  la  data
della cessazione delle Amministrazioni ordinarie  e  straordinarie  e
dell'inizio delle funzioni del Podesta' e delle  Consulte  municipali
nei Comuni indicati dall'art. 1 della legge 4 febbraio 1926, n. 237. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 17 giugno 1926. 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                               Mussolini - Federzoni. 
 
  Visto, il Guardasigilli: Rocco. 
 
    Registrato alla Corte dei Conti, addi' 3 luglio 1926. 
 
    Atti del Governo, registro 250, foglio 25. - Coop.