REGIO DECRETO 13 dicembre 1863, n. 1616

Che autorizza varii Comuni ad assumere una nuova denominazione. (063U1616)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/01/1864
vigente al 22/09/2021
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 29-1-1864
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE II 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro dell'Interno; 
 
  Viste le deliberazioni degli infrascritti Comuni delle Provincie di
Abruzzo Ulteriore 1.°, Brescia, Calabria Ultra 2.ª,  Calabria  Citra,
Como, Cagliari, Firenze, Novara, Napoli, Principato  Ultra,  Pavia  e
Terra d'Otranto; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Sono autorizzati: 
 
 1.° Il Comune di  Morro  (Abruzzo  Ulteriore  1.°)  ad  assumere  la
     denominazione di Morro d'Oro, giusta la  deliberazione  di  quel
     Consiglio comunale in data 18 ottobre scorso. 
 
 2.° Il Comune di Sabbio (Brescia) ad assumere  la  denominazione  di
     Sabbio-Chiese,  giusta  la  deliberazione  di   quel   Consiglio
     comunale in data 25 ottobre scorso. 
 
 3.° Il Comune  di  Fossato  (Calabria  Ultra  2.ª)  ad  assumere  la
     denominazione di Fossato-Seralta,  giusta  la  deliberazione  di
     quel Consiglio comunale in data 31 marzo 1863. 
 
 4.° Il Comune di San Costantino (id.) ad assumere  la  denominazione
     di San Costantino  Calabro,  giusta  la  deliberazione  di  quel
     Consiglio comunale in data 1.° febbraio scorso. 
 
 5.° Il  Comune  di  Figline  (Calabria  Citeriore)  ad  assumere  la
     denominazione di Figline Vegliaturo, giusta la deliberazione  di
     quel Consiglio comunale in data 15 ottobre scorso. 
 
 6.° Il Comune di Vaccarizzo (id.) ad assumere  la  denominazione  di
     Vaccarizzo Albanese, giusta la deliberazione di  quel  Consiglio
     comunale in data 3 novembre scorso. 
 
 7.° Il Comune di Tegnone (Como)  ad  assumere  la  denominazione  di
     Ravellino, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale in
     data 26 ottobre scorso. 
 
 8.° Il Comune di Arcidano (Cagliari) ad assumere la denominazione di
     S. Nicolo' d'Arcidano, giusta la deliberazione di quel Consiglio
     comunale in data 29 ottobre scorso. 
 
 9.° Il Comune di' San Gavino (id.) ad assumere la  denominazione  di
     San Gavino Monreale, giusta la deliberazione di  quel  Consiglio
     comunale in data 30 aprile scorso. 
 
10.° Il  Comune  di  Pauli   Gerrei   (Cagliari)   ad   assumere   la
     denominazione di San Nicolo-Gerrei, giusta la  deliberazione  di
     quel Consiglio comunale in data 15 maggio scorso. 
 
11.° Il Comune  di  Forru  (id.)  ad  assumere  la  denominazione  di
     Collinas, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale  in
     data 24 gennaio scorso. 
 
12.° Il Comune di Figline (Firenze) ad assumere la  denominazione  di
     Figline Valdarno, giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
     comunale in data 19 agosto scorso. 
 
13.° Il Comune di Piano (Napoli)  ad  assumere  la  denominazione  di
     Piano di Sorrento, giusta la  deliberazione  di  quel  Consiglio
     comunale in data 8 dicembre 1862. 
 
14.° Il Comune di Sali  (Novara)  ad  assumere  la  denominazione  di
     Sali-Vercellese,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
     comunale in data 23 scorso luglio. 
 
15.° Il  Comune  di  Paterno  (Principato  Ultra)  ad   assumere   la
     denominazione di Paternopoli, giusta la  deliberazione  di  quel
     Consiglio comunale in data 30 settembre 1863. 
 
16.° Il Comune di Santa Maria della Strada  (Pavia)  ad  assumere  la
     denominazione di Travaco' Siccomario, giusta la deliberazione di
     quel Consiglio comunale in data 13 novembre scorso. 
 
17.° Il  Comune  di  Montesano  (Terra  d'Otranto)  ad  assumere   la
     denominazione di Montesano-Salentino, giusta la deliberazione di
     quel Consiglio comunale in data 13 dicembre 1862. 
 
18.° Il Comune di San Vito (id.) ad assumere la denominazione di  San
     Vito dei Normanni, giusta la  deliberazione  di  quel  Consiglio
     comunale in data 
 
  27 ottobre 1862. 
 
  Ordiniamo che il presente Decreto, munito del Sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Torino addi' 13 dicembre 1863. 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
  Registrato alla Corte dei conti addi' 7 gennaio 1864 
 
    Reg.° 27 Atti del Governo a c. 156. Ayres. 
 
  Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli G. Pisanelli. 
 
                                                          U. Peruzzi.