REGIO DECRETO 28 ottobre 1940, n. 1443

Codice di procedura civile. (040U1443)

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/12/2021)
vigente al 21/01/2022
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-2004
(CODICE DI PROCEDURA CIVILE-art. 139)
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 139. 
   (Notificazione nella residenza, nella dimora o nel domicilio). 
 
  Se non avviene  nel  modo  previsto  nell'articolo  precedente,  la
notificazione  deve  essere  fatta  nel  comune  di   residenza   del
destinatario,  ricercandolo  nella  casa  di  abitazione  o  dove  ha
l'ufficio o esercita l'industria o il commercio. 
 
  Se il destinatario  non  viene  trovato  in  uno  di  tali  luoghi,
l'ufficiale giudiziario consegna copia dell'atto  a  una  persona  di
famiglia o addetta alla casa, allo ufficio o all'azienda, purche' non
minore di quattordici anni o non palesemente incapace. 
 
  In mancanza delle persone indicate nel comma precedente,  la  copia
e'  consegnata  al  portiere  dello  stabile  dove  e'  l'abitazione,
l'ufficio o l'azienda, e, quando anche il portiere manca, a un vicino
di casa che accetti di riceverla. 
 
  Il portiere o il vicino  deve  sottoscrivere  ((una  ricevuta)),  e
l'ufficiale giudiziario da'  notizia  al  destinatario  dell'avvenuta
notificazione dell'atto, a mezzo di lettera raccomandata. 
 
  Se  il  destinatario  vive  abitualmente  a  bordo  di   una   nave
mercantile, l'atto puo' essere consegnato al capitano o a chi  ne  fa
le veci. 
 
  Quando non e' noto il comune di residenza, la notificazione  si  fa
nel comune di dimora, e, se anche questa e'  ignota,  nel  comune  di
domicilio,  osservate  in  quanto  o'   possibile   le   disposizioni
precedenti.