REGIO DECRETO-LEGGE 5 settembre 1938, n. 1493

Inclusione delle spese di mantenimento dei condannati negli stabilimenti di pena tra le spese di giustizia. (038U1493)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/10/1938.
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 16 gennaio 1939, n. 68 (in G.U. 03/02/1939, n.28).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
Testo in vigore dal: 15-10-1938
al: 15-12-2009
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Visto l'art. 1, del R. decreto 24 luglio 1931, n. 1071; emanato  in
virtu' della delega legislativa contenuta  nella  legge  24  dicembre
1925, n. 2260; 
 
  Visto l'art. 3, n. 2, della legge 31 gennaio 1926, n. 100; 
 
  Ritenuta la necessita' urgente ed  assoluta  di  stabilire  che  le
spese contemplate nell'art. 188 Codice penale per il mantenimento dei
condannati negli stabilimenti di pena  sono  da  comprendere  tra  le
spese di giustizia; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro  Guardasigilli,  Ministro  Segretario  di
Stato per la grazia e giustizia, di  concerto  col  Ministro  per  le
finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  All'art. 1 del R. decreto 21 luglio 1931, n. 1071, e'  aggiunto  il
seguente numero: 
 
  «8°  le  spese  relative  al  mantenimento  dei  condannati   negli
stabilimenti di pena ai sensi dell'art. 188 del Codice penale».