REGIO DECRETO 15 aprile 1928, n. 980

Riunione dei comuni di Alma, Albaretto Valle di Macra e Celle di Macra in un unico Comune denominato « Macra » con sede del capoluogo ad Alma. (028U0980)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 31/05/1928 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/12/1946)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 31-5-1928
al: 27-12-1946
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  In virtu' dei poteri conferiti al Governo col R. decreto  legge  17
marzo 1927, n. 383; 
 
  Sulla proposta del Capo del Governo, Primo Ministro  Segretario  di
Stato, Ministro Segretario di Stato per gli affari dell'interno; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  I comuni di Alma, Albaretto Valle di Macra e  Celle  di  Macra,  in
provincia di Cuneo, sono riuniti in unico Comune denominato  «  Macra
», con sede del capoluogo ad Alma. 
 
  Le condizioni di tale unione, ai sensi ed  agli  effetti  dell'art.
118 della legge comunale e provinciale, testo unico 4 febbraio  1915,
n.  148,  saranno  determinate  dal  prefetto,  sentita   la   Giunta
provinciale amministrativa. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 15 aprile 1928 - Anno VI 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                                           Mussolini. 
 
  Visto, il Guardasigilli: Rocco. 
 
    Registrato alla Corte dei conti, addi' 14 maggio 1928 - Anno VI 
 
    Atti del Governo, registro 272, foglio 122. - Sirovich.