REGIO DECRETO-LEGGE 14 aprile 1939, n. 636

((Modificazioni delle disposizioni sulle assicurazioni obbligatorie per l'invalidita' e la vecchiaia, per la tubercolosi e per la disoccupazione involontaria e sostituzione dell'assicurazione per la maternita' con l'assicurazione obbligatoria per la nuzialita' e la natalita')).(039U0636)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/05/1939.
Regio Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 6 luglio 1939, n. 1272 (in G.U. 07/09/1939, n. 209).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2007)
Testo in vigore dal: 30-4-1952
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6. 
 
  ((I contributi  per  le  assicurazioni  base  per  la  invalidita',
vecchiaia e superstiti, per la  tubercolosi,  per  la  disoccupazione
involontaria e per l'assistenza agli orfani dei  lavoratori  italiani
ai sensi dell'art. 24 della legge 26 agosto 1950, n. 860, sono dovuti
nella misura stabilita dalle tabelle  A  e  B  allegate  al  presente
decreto e per ogni periodo di lavoro nelle medesime indicato. 
 
  I contributi sono dovuti anche nel caso in cui  il  lavoratore  non
abbia prestato la sua, opera  per  l'intero  periodo  indicato  nelle
tabelle di cui al comma precedente. 
 
  Qualora i lavoratori contemplati  dalla  tabella  B,  n.  1,  siano
retribuiti a quindicina, la  retribuzione  settimanale  si  determina
moltiplicando la retribuzione quindicinale  per  24  e  dividendo  il
prodotto per 52. 
 
  Per particolari categorie di lavoratori ed anche per limitate  zone
del territorio nazionale, il Ministro per il lavoro e  la  previdenza
sociale, sentite le organizzazioni sindacali  dei  lavoratori  e  dei
datori di lavoro, puo' stabilire  apposite  tabelle  di  retribuzioni
medie agli effetti del calcolo del contributo e  fissare  altresi'  i
periodi medi di attivita' lavorativa)). ((13)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (13) 
  La L. 4 aprile 1952, n. 218 ha disposto (con l'art.  39,  comma  1)
che "La decorrenza di applicazione della presente  legge  per  quanto
riguarda le prestazioni e' stabilita al primo giorno del  terzo  mese
antecedente a quello di entrata in vigore della legge medesima".