REGIO DECRETO-LEGGE 14 dicembre 1933, n. 1773

Accertamento dell'idoneita' fisica della gente di mare di 1ª categoria. (033U1773)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/01/1934
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 22 gennaio 1934, n. 244 (in G.U. 01/03/1934, n.50).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/07/2010)
Testo in vigore dal: 14-12-1962
aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il Codice per la marina mercantile approvato con  R.  decreto
24 ottobre 1877, n. 4146; 
 
  Visto il regolamento per l'esecuzione del Codice suddetto approvato
con R. decreto 20 novembre 1879, n. 5166, e successive modificazioni; 
 
  Visto il regolamento per la sanita' marittima approvato con  il  R.
decreto 29 settembre 1893, n. 636, e successive modificazioni; 
 
  Visti i Regi decreti 20 maggio 1897, n. 178, e 19 ottobre 1898,  n.
454; 
 
  Vista la legge (testo unico)  31  gennaio  1904,  n.  51,  per  gli
infortuni degli operai sul lavoro, e successive modificazioni; 
 
  Visto il regolamento per l'esecuzione di detta legge approvato  con
R. decreto 13 marzo 1904, n. 141, e successive modificazioni; 
 
  Visti il R. decreto-legge 26 ottobre 1919, n. 1996, sulla Cassa per
gli invalidi della marina mercantile,  convertito  in  legge  con  la
legge 17 aprile 1925, n. 473, ed il  relativo  regolamento  approvato
con R. decreto 6 luglio 1922, n. 1447, e successive modificazioni; 
 
  Visto il R. decreto-legge 3 settembre 1926, n. 1557, recante  norme
per l'impianto e l'esercizio della radiotelegrafia a bordo delle navi
mercantili, convertito in legge con la legge 16 giugno 1927, n. 1082; 
 
  Vista la legge 21 agosto 1921, n.  1312,  concernente  l'assunzione
obbligatoria al lavoro degli invalidi di guerra; 
 
  Vista  la  legge  10  gennaio  1929,  n.  65,  per  l'assicurazione
obbligatoria per le malattie e per l'assistenza sociale  della  gente
del mare e dell'aria, e il R. decreto-legge 17 luglio 1931, n.  1090,
convertito in legge con la legge 31 dicembre 1931, n. 1822; 
 
  Visto il R. decreto-legge 19 maggio 1930, n.  744,  riguardante  la
matricolazione della gente di mare di prima categoria, convertito  in
legge con la legge 2 marzo 1931, n. 232; 
 
  Visto l'art. 3, n. 2, della legge 31 gennaio 1926, n. 100; 
 
  Considerata la necessita' e l'urgenza di provvedere  all'emanazione
di precise norme  per  l'accertamento  della  idoneita',  fisica  dei
marittimi   ai   servizi   della   navigazione   sia   agli   effetti
dell'esercizio professionale, sia  a  quelli  del  conseguimento  del
trattamento di previdenza; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Su proposta di S.E. il Capo del Governo, Primo  Ministro,  Ministro
Segretario di Stato per  l'interno  e  per  le  corporazioni,  e  del
Ministro Segretario di Stato per le comunicazioni,  di  concerto  con
quello per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  Gli  accertamenti  sanitari  cui  sono  soggetti  sia  coloro   che
intendono ottenere la iscrizione o la reinscrizione  nelle  matricole
della gente di mare di prima categoria, sia  gli  iscritti  marittimi
della  categoria  stessa  prima  di  prendere  imbarco   sulle   navi
mercantili  nazionali,  e  gli   accertamenti   occorrenti   per   il
conseguimento dei benefici  previsti  dalle  leggi  sulla  previdenza
sociale,  debbono  effettuarsi  sulla  base   degli   elenchi   delle
infermita',  imperfezioni  e  difetti  fisici,  annessi  al  presente
decreto-legge,  firmati,  d'ordine  Nostro,  dal  Ministro   per   le
comunicazioni e secondo le norme contenute nei seguenti articoli. 
 
  Tali elenchi potranno essere modificati  con  Regio  decreto  fermo
restando pero' il criterio indicato all'art. 15. 
                                                                ((1)) 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  La L. 28 ottobre 1962, n. 1602 ha disposto (con l'art. 1, comma  1)
che "Gli accertamenti  sanitari  di  cui  all'articolo  1  del  regio
decreto-legge 14 dicembre 1933, n. 1773, convertito  nella  legge  22
gennaio 1934, n. 244, debbono effettuarsi tenendo  conto,  oltre  che
degli elenchi delle infermita', imperfezioni  e  difetti  fisici  ivi
previsti, anche dei seguenti elementi: 
    a) che le imperfezioni o malattie riscontrate  non  costituiscono
pericolo per la salute dell'altro personale di bordo; 
    b) che le imperfezioni o malattie riscontrate non siano  tali  da
venire aggravate dal servizio di  bordo  o  da  rendere  il  soggetto
inadatto a tale servizio".