REGIO DECRETO-LEGGE 11 giugno 1925, n. 1049

Modificazioni della composizione e del funzionamento del Consiglio di amministrazione delle Ferrovie dello Stato. (025U1049)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 17/07/1925
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 18 marzo 1926, n. 562 (in G.U. 03/05/1926, n. 102).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 03/05/1926)
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 17-7-1925
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il R. decreto-legge 30 aprile 1924, n. 596; 
 
  Visto il R. decreto-legge 22 maggio  1924,  n.  868,  e  successive
modificazioni n. 1244 e n. 1322 del 19 luglio 1924; 
 
  Visto il R. decreto 25 settembre 1924, riguardante le indennita' ai
componenti il  Consiglio  di  amministrazione  delle  Ferrovie  dello
Stato; 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Ministro per le comunicazioni, di  concerto  col
Ministro per i lavori pubblici e con quello per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1 
 
  All'art. 2 del R.  decreto-legge  22  maggio  1924,  n.  868,  sono
apportate le seguenti modificazioni ed aggiunte: 
 
  1° Il punto c) e' abrogato e sostituito dal seguente: 
 
  «c) di quattro funzionari dello Stato in attivita' di  servizio  od
in quiescenza, dei quali uno in rappresentanza  del  Ministero  delle
finanze,  uno   dell'Avvocatura   generale   erariale   ed   uno   in
rappresentanza del Ministero dei lavori pubblici»; 
 
  2°  Nel  primo  periodo  del  4°  capoverso   sostituito   col   R.
decreto-legge n. 1244 del 19 luglio 1924, dopo le  parole  «nel  loro
ufficio» aggiungere le parole «ma i posti da essi  occupati  dovranno
essere considerati in soprannumero»; 
 
  3°  All'ultimo  capoverso,  dopo  le  parole  «dell'Amministrazione
ferroviaria» aggiungere «di grado non inferiore al 2°, il  cui  posto
e'  da  considerarsi  in  soprannumero.  Egli   sara'   all'immediata
dipendenza del direttore generale». 
 
  La segreteria del Consiglio  di  amministrazione  e'  aggregata  al
Servizio personale ed affari generali ai soli effetti amministrativi.