REGIO DECRETO-LEGGE 19 ottobre 1923, n. 2311

Norme per l'equo trattamento del personale addetto alle ferrovie, tramvie e linee di navigazione interna esercitate dalla industria privata, da Provincie o da Comuni. (023U2311)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/11/1923
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 17 aprile 1925, n. 473 (in G.U. 05/05/1925, n. 104).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/08/1996)
Testo in vigore dal: 24-8-1996
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8 
 
     ARTICOLO ABROGATO DAL REGIO DECRETO 8 GENNAIO 1931, N. 148 
                                                            (4) ((6)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (4) 
  Il Regio Decreto 8 gennaio 1931, n. 148 ha disposto (con l'art. 11,
comma 2) che "Tutte le norme del R. decreto 19 ottobre 1923, n. 2311,
e  successive,  riguardanti  il  trattamento  di  previdenza   e   di
quiescenza, restano in vigore fino alla  pubblicazione  del  suddetto
decreto di coordinamento in quanto  siano  applicabili  e  non  siano
contrastanti con le disposizioni  del  presente  decreto  ed  annesso
regolamento (allegato A)". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  Il D.Lgs. 29 giugno 1996, n. 414 ha disposto (con l'art.  1,  comma
1) che "A decorrere dal 1 gennaio 1996, il Fondo  per  la  previdenza
del personale  addetto  ai  pubblici  servizi  di  trasporto  di  cui
all'art.  8  del  regio  decreto-legge  19  ottobre  1923,  n.  2311,
convertito  dalla  legge  17  aprile  1925,  n.  473,  e   successive
modificazioni ed integrazioni, e' soppresso".