LEGGE 22 giugno 2010, n. 99

Conversione in legge del decreto-legge 10 maggio 2010, n. 67, recante disposizioni urgenti per la salvaguardia della stabilita' finanziaria dell'area euro. Ordine di esecuzione dell'accordo denominato «Intercreditor Agreement» e dell'accordo denominato «Loan Facility Agreement» stipulati in data 8 maggio 2010. (10G0121)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/07/2010
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 1-7-2010
attiva riferimenti normativi
    La Camera dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
 
                              Promulga 
 
    la seguente legge: 
                               Art. 1 
 
    1. E' convertito in legge il decreto-legge 10 maggio 2010, n. 67,
recante disposizioni urgenti per  la  salvaguardia  della  stabilita'
finanziaria dell'area euro. 
    2. A decorrere dalla data della loro entrata in vigore, piena  ed
intera  esecuzione  e'  data  all'accordo  denominato  «Intercreditor
Agreement» stipulato in data 8 maggio 2010, con il  quale  gli  Stati
membri dell'area euro, ad eccezione della Grecia, hanno concordato  i
reciproci diritti e  doveri  con  riferimento  al  funzionamento  del
programma  di  prestiti  bilaterali  alla   Grecia,   e   all'accordo
denominato «Loan Facility Agreement» stipulato in data 8 maggio 2010,
con il quale la Grecia e la Banca di Grecia  in  qualita'  di  agente
della prima, da un lato, e i rimanenti Stati membri dell'area euro  e
KfW, per conto della Repubblica  Federale  di  Germania,  dall'altro,
hanno concordato  i  reciproci  diritti  e  doveri  in  relazione  ai
prestiti bilaterali erogabili in favore della Grecia nell'ambito  del
medesimo programma triennale coordinato dalla Commissione europea. 
    3. La presente legge entra  in  vigore  il  giorno  successivo  a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. 
    La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato. 
 
      Data a Roma, addi' 22 giugno 2010 
 
                             NAPOLITANO 
 
 
                                  Berlusconi,     Presidente      del
                                  Consiglio dei Ministri 
 
                                  Tremonti, Ministro dell'economia  e
                                  delle finanze 
 
Visto, il Guardasigilli: Alfano 
 
          Avvertenza: 
              Il decreto-legge  10  maggio  2010,  n.  67,  e'  stato
          pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - serie generale  -  n.
          107 del 10 maggio 2010. Il decreto-legge 10 maggio 2010, n.
          67, non ha subito modificazioni in sede di conversione.