LEGGE 30 dicembre 2010, n. 240

Norme in materia di organizzazione delle universita', di personale accademico e reclutamento, nonche' delega al Governo per incentivare la qualita' e l'efficienza del sistema universitario. (11G0009)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/01/2011 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 06/11/2021)
Testo in vigore dal: 1-1-2018
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8. 
 
        (Revisione del trattamento economico dei professori e 
 
                    dei ricercatori universitari) 
 
  1. Entro sei mesi dalla data di entrata in  vigore  della  presente
legge il Governo, tenendo conto anche delle  disposizioni  recate  in
materia dal decreto-legge 31 maggio  2010,  n.  78,  convertito,  con
modificazioni,  dalla  legge  30  luglio  2010,  n.  122,  adotta  un
regolamento ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto
1988, n. 400, per  la  revisione  della  disciplina  del  trattamento
economico dei professori  e  dei  ricercatori  universitari  gia'  in
servizio e di quelli vincitori di concorsi indetti fino alla data  di
entrata in  vigore  della  presente  legge,  come  determinato  dagli
articoli 36, 38 e 39 del decreto del Presidente della  Repubblica  11
luglio 1980, n. 382, secondo le seguenti norme regolatrici: 
    a) trasformazione della progressione biennale per classi e scatti
di stipendio in progressione triennale; 
    b) invarianza complessiva della progressione; 
    c) decorrenza della trasformazione dal primo scatto successivo  a
quello in corso alla data di entrata in vigore della presente legge. 
  2. E' abrogato il comma 3 dell'articolo 3-ter del decreto-legge  10
novembre 2008, n. 180, convertito, con modificazioni, dalla  legge  9
gennaio 2009, n. 1. 
  3. Entro sei mesi dalla data di entrata in  vigore  della  presente
legge, il Governo adotta un regolamento ai  sensi  dell'articolo  17,
comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400,  per  la  rimodulazione,
senza  nuovi  o  maggiori  oneri  per  la  finanza  pubblica,   della
progressione  economica  e  dei  relativi  importi,  anche  su   base
premiale, per i professori e i ricercatori  assunti  ai  sensi  della
presente legge, secondo le seguenti norme regolatrici: 
    a) abolizione  del  periodo  di  straordinariato  e  di  conferma
rispettivamente per i professori di prima fascia e per  i  professori
di seconda fascia; 
    b) eliminazione delle procedure di ricostruzione  di  carriera  e
conseguente rivalutazione del trattamento iniziale; 
    c) possibilita',  per  i  professori  e  i  ricercatori  nominati
secondo il regime previgente, di optare  per  il  regime  di  cui  al
presente comma. 
  4. I regolamenti di cui  al  presente  articolo  sono  adottati  su
proposta del Ministro, sentito  il  Ministro  dell'economia  e  delle
finanze. 
                                                               ((16)) 
------------- 
AGGIORNAMENTO (16) 
  La L. 27 dicembre 2017, n. 205, ha disposto (con  l'art.  1,  comma
629) che "Con decorrenza dalla classe stipendiale successiva a quella
triennale in corso di maturazione al 31 dicembre 2017  e  conseguente
effetto  economico  a  decorrere  dall'anno  2020,  il  regime  della
progressione  stipendiale  triennale  per  classi  dei  professori  e
ricercatori universitari previsto dagli articoli 6,  comma  14,  e  8
della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e disciplinato dal  regolamento
di cui al decreto del Presidente della Repubblica 15  dicembre  2011,
n. 232, e' trasformato in regime di progressione biennale per classi,
utilizzando gli stessi importi definiti  per  ciascuna  classe  dallo
stesso decreto".